Torna a vincere la Novi Pallavolo maschile che espugna Busseto con un 1-3 che permentte ai Pirates di salire al quinto posto in compagnia di Garlasco. Buona prestazione globale dei novesi che si trovano di fronte una squadra che non molla mai ed anzi lotta su ogni pallone, lo si capisce dal primo quarto, finito 21-25 in favore dei biancocelesti.

Novi che non si scompone e prosegue sul suo cammino senza distrarsi e va sullo 0-2 con il 23-25. Poi la reazione, prevedibile, ma incontenibile anche per un calo fisico che consente ai padroni di casa di vincere il set 25-19. L’ultimo set vede Novi con un buon turn over e una ricezione che fa la differenza. Si va comunque ai vantaggi che gli ospiti vincono 25-27. Una vittoria importante per i biancocelesti che restano in scia a Varese. 

Busseto: Lupi 10, Manzone, Menichetti 13, De Castro,  Pellegrini, Bovio 4, Orsi, Codeluppi 15, Zurfini, Colombo, Allesch 16, Ruozzi 4.
AS Novi Pallavolo: Corrozzatto 2, Moro 12, Scarrone 26, Romagnano, Zappavigna 14, Belzer 7, Quaglieri (L), Bassanese (2L). Utilizzati Prato 1, Guido 3, Volpara, Capettini 4, Bettucchi 1. A disposizione Semino.

 

Va male invece alle ragazze della Serie C che restano nei bassifondi della classifica con soli 4 punti all’attivo e tanta confusione nella testa.  Al PalaBarbagelata arrivavano le Libellule di Bra una delle corazzate del campionato all’inseguimento del primo posto. Sulla carta una gara già scritta, invece le novesi dopo un avvio difficile fino al 16-11, reagiscono e rientrano, fino al 19 pari, le cuneesi accusano il colpo e le Grapes passano a condurre con il 25-23. 

Le braidesi reagiscono nel secondo set, ma Novi c’è e vende carissima la pelle, si va di nuovo passo-passo fino alla soglia dei venti punti, ma stavolta sono le ospiti a trovare la via giusta per vincere e impattare 19-25. Il terzo set non ha francamente storia perché si vede che le titolari hanno dato tutto o quasi. Così Bra se ne va fino al 12-7, ma ancora una volta l’orgoglio biancoceleste si rifà sotto fino a giocare punto a punto. Tuttavia la panchina lunga e un maggior tasso tecnico arridono alle ospiti che si impongono 11-25. Lo scoramento pervade le biancocelesti che si lasciano sopraffare troppo facilmente anche nell’ultimo set, perso 16-25. Un plauso speciale per il pubblico sempre foltissimo.