La Val Borbera ringrazia il “suo” vescovo per la visita

0
759

Il vescovo di Tortona Monsignor Vittorio Viola ha concluso sabato 23 novembre, nel santuario della Madonna della Guarda di Pagliaro Inferiore la sua visita pastorale in Alta Val Borbera iniziata il 17 novembre a Rocchetta Ligure.

Giornate intense per l’alto prelato che, nonostante le piogge che hanno accompagnato l’intera settimana, ha visitato i paesi e le frazioni valligiane; da Cantalupo a Roccaforte, da Albera a Cabella fino a  Dernice, Monsignor Viola, insieme ai parroci: padre Dante, don Jairo e don Pier Giuseppe, si è intrattenuto , con giovani, anziani, con i bimbi della scuola, con gli amministratori locali, con i catechisti e i sacrestani e ha portato parole di conforto agli ammalati.

Il vescovo in visita a Teo

Tanti i fedeli presenti alle funzioni religiose celebrate nelle parrocchie e nelle chiesette sparse sul territorio.

Monsignor Viola si è recato a Teo, noto per essere il paese che ha dato i natali alla nonna di Papa Francesco.

Prima di lasciare la Valle il vescovo ha visitato anche la chiesa di Pagliaro Superiore, dedicata a San Bernardo, patrono del paese, le cui strutture sono da tempo lesionate.  il prelato ha promesso che

Monsignor Viola osserva le crepe

invierà un tecnico specializzato, in grado di stabilire la gravità dei danni,  che già ha lavorato a lungo ad Assisi nel post terremoto.

Una visita molto apprezzata, tanto che alcuni fedeli hanno sottolineato come Monsignor Viola sia l’unica autorità che ha onorato la Valle con la sua presenza, lamentando invece la lontananza della “politica” da questi luoghi.