L’Agenzia delle entrate di Tortona nell’ex Palazzo di giustizia

Il trasloco entro fine anno, il Comune intanto provvederà a ristrutturare i locali

0
1198

Entro dicembre l’Agenzia delle entrate di Tortona si trasferirà nell’ex Palazzo di giustizia, in piazza delle Erbe, dove attualmente ha sede soltanto l’ufficio del Giudice di pace. Le dimensioni dell’edificio consentono di ospitare anche l’Agenzia delle entrate, non molto lontano dalla sede attuale in via Emilia 252, in un immobile di proprietà della Diocesi.

Il Comune dovrà ristrutturare i locali e ha già messo a bilancio 500 mila euro da finanziare con mutuo. I nuovi uffici occuperanno il piano rialzato e il primo piano del palazzo di proprietà comunale per un totale di 1.400 metri quadrati. Saranno realizzati controsoffitti, adeguati gli impianti e ripartiti gli spazi con pareti e tramezze per renderli funzionali all’attività dell’Agenzia delle entrate.
Il canone richiesto dal Comune è di 90 mila euro annui, che dovranno essere autorizzati dal Ministero delle Finanze. Poi partiranno i lavori.

«Siamo riusciti a far rimanere a Tortona gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, evitando che venissero spostati altrove – dice l’assessore al Patrimonio, Davide Fara -. Tortona ha già perso tanti servizi, è importante che almeno questo resti».

Circa un anno fa l’Agenzia delle entrate aveva pubblicato un avviso di indagine di mercato per individuare tre nuove sedi (oltre che per Tortona, anche per Susa e Novi Ligure), perché ha bisogno di locali più idonei alle nuove esigenze e per avere in un unico punto di servizio le attività dell’ufficio territoriale e della conservatoria dei registri immobiliari, anche se a Tortona le due attività sono già in un’unica sede, su due piani diversi.

Questo per agevolare il cittadino nell’uso dei servizi. Il Comune aveva proposto l’ex Palazzo di giustizia e l’ex Inps: la scelta è ricaduta sul primo, di dimensioni più grandi.