Le Girls valborberine stracciano le avversarie in una partita da record

F.G. Borghetto 6 - Giovanile Centallo 2

0
283
Un’ altra vittoria schiacciante per le Girls valborberine ottenuta a scapito del Centallo formazione cuneese, su un campo al limite della praticabilità a Capriata d’Orba.
Per concomitanza con l’Arquatese che ha giocato nel campo casalingo nella stessa giornata, le ragazze hanno dovuto migrare ma, non hanno per nulla rinunciato al buon gioco e hanno saputo imporre sin dalle prime battute la loro netta superiorità.
Giulia Pozzato

Già al 15mo il portiere ospite non trattiene il forte tiro scoccato da Licciardo, la più veloce di tutti è Pozzato che ribadisce in rete la corta respinta.

Al 26mo è Rolando a prodursi in un’azione personale bel tiro e anche questa volta il portiere non trattiene ed è la stessa Rolando ad insaccare la rete n 2 per il Borghetto.
Il primo tempo scorre senza altre emozioni, anche perché sembra sempre più difficile giocare su un campo che molto bello all’inizio gara con il passar del tempo diventa sempre più insidioso.
Nella ripresa, al 48mo, esce capitan Roveda per lasciare spazio a Dabusti. Al 51mo bel tiro da fuori area di Licciardo, ma il palo gli nega la gioia del gol,
Minuto 55, Licciardo batte calcio d’angolo perfetto per la testa di Robbiano che porta a tre le marcature del Borghetto.
Al 63mo causa il terreno scivoloso il portiere di casa in uscita, non riesce a fermare il proprio tuffo travolgendo in area l ‘attaccante cuneese, rigore, che viene trasformato per il provvisorio 3-1; al minuto 70 esce Rolando per Roncoli che al 72mo su bella imbeccata di Pozzato realizza il gol dl 4-1 .
Al 75mo e al 79mo ancora Pozzato sugli scudi, con due azioni fotocopia, in area Cuneese realizza il il quinto e il sesto gol per il Borghetto e, la sua personalissima tripletta di giornata.
Mister Bisio concede l  un po’ di riposo alle ragazze più “utilizzate” in questa stagione, escono Pozzato, Pinasco e CeciliaTasca, dentro Traverso, Ponta e Soncin.
L ‘ultima emozione al 90mo quando, su calcio di punizione, il 10 del Centallo toglie le ragnatele dall’incrocio e porta a due le segnature con un tiro di rara forza e precisione.
Cinque minuti di recupero e l ‘arbitro manda le ragazze a prendere un ” meritato te caldo “.