“Le patologie si combattono anche con la ginnastica dolce”

0
1826

Il movimento come stile di vita, viene adottato come ”terapia” dall’Asl – Al.

Pertanto, anche i medici di base del territorio potranno adesso prescrivere ai propri pazienti questa “ricetta del movimento” che consiste nella frequentazione dei corsi di ginnastica e di “cammino”, organizzati dalla Uisp (Unione italiana sport per tutti) a Novi, Casale e Alessandria.

L’idea fa parte di un progetto integrato per la salute, strutturato dal “Coordinamento piano locale prevenzione” e dal “Dipartimento di riabilitazione e continuità assistenziale” dell’Asl. Pertanto, la struttura sanitaria potrà avvalersi dei centri Uisp che hanno aderito al programma: 4 a Novi (Judo club di via Ferrando Scrivia, palestre Pascoli di corso Italia e “Forza e virtù” di via Carducci e Centro danza Borello di corso Piave); uno a Casale (palestra ospedale Santo Spirito di viale Giolitti  e 2 ad Alessandria (Circolo Soms di corso Acqui e palestra “Magik dancing” in via Boves.

Ciascuno di questi centri svilupperà da ottobre sino alle soglie dell’estate, corsi specifici di “Attività fisica adattata”, “Ginnastica dolce”, “Ginnastica a domicilio” e “Gruppi di cammino”.

Si tratta pertanto di un programma innovativo che, attraverso il progetto Asl – Uisp, avvicina l’utente al movimento e quindi al superamento di numerose patologie.

“L’attività fisica è uno strumento fondamentale per la prevenzione di molte malattie croniche – ha spiegato il dottor Mauro Brusa, responsabile del Coordinamento promozione ed educazione alla salute . Combattere la sedentarietà permette di avere una buona forma fisica, mantiene la mobilità delle articolazioni, aiuta a ridurre peso, migliorala qualità della vita nell’avanzare degli anni. L’obiettivo del progetto è dunque quello di promuovere l’informazione e la conoscenza sugli stili di vita e le buone abitudini che mirano al mantenimento del benessere psicofisico della persona”-.

“Non è faticoso, anzi è piacevole – ha aggiunto il dottor Giancarlo Rovere, medico dirigente Asl per il recupero e la rieducazione funzionale del Dipartimento della riabilitazione – e certamente sarà un’arma in più per i nostri medici di base e per gli specialisti che potranno indirizzare i loro pazienti, in base alla patologia, a frequentare i corsi. Non importa quando, non ci sono limiti di tempo. La frequenza si può cominciare in qualsiasi momento”-.

Quando è necessario, nei casi di difficile deambulazione come per gli anziani o nei casi di depressione, gli istruttori o i fisioterapisti potranno anche recarsi a domicilio. “Questo servizio – ha specificato Mara Scagni presidente Uisp – si colloca nell’area della prevenzione sociale. Per l’individuazione delle persone da inserire nelle attività, è però necessaria l’informazione e la collaborazione di tutti, compresi Comune, medici, e assistenti sociali”-. Per informazioni e iscrizioni, telefonare ai numeri 328 – 2755515 – 0131 – 253265.