Lerma, torna la Festa delle anime dei vivi e dei morti.

Domani nuovo appuntamento all'agriturismo Cirimilla: cena, musica e letture all’insegna della tradizione e dell’identità locali.

0
373

In occasione della vigilia dei Santi a Lerma torna la Festa delle anime dei vivi e dei morti, in programma domani, 31 ottobre, alle 20 all’agriturismo Cirimilla. Un evento voluto dall’associazione “A léngua da Memoria”, creata da Gianni Repetto, scrittore e autore teatrale lermese, all’insegna della tradizione sia dal punto di vista culturale che culinario. La cena prevede infatti un menù con lardo biologico, zuppa di ceci cotta con il maiale, bollito misto con salsa verde (bio), frittate e torte di verdura per vegetariani, sancrau con o senza salamini (bio), focaccia dolce o latte dolce, vino, acqua e caffè (20 euro a persona).

Fino a notte fonda, tra vino e caldarroste, si canteranno canti della tradizione popolare, si leggeranno racconti e poesie all’insegna dell’identità culturale. Un evento “No Halloween” che vuole contrastare la globalizzazione rappresentata dalla festa importata dagli Stati Uniti. “Il giorno dei morti – ricorda Repetto – era un rito collettivo. A tavola ancora oggi, in certe regioni italiane, si apparecchia un posto anche per le anime dei defunti. Questa festività non un è gioco ma un’occasione per condividere il senso della comunità”. Informazioni e prenotazioni ai numeri 0143-877702 e 349-4255651.