L’Ovadese dell’anno 2018 è Federico Borsari

0
76

Il prestigioso riconoscimento “L’Ancora d’argento 2018”, andrà al musicista e compositore Federico Borsari, ovadese doc e colonna del volontario del Parco di Villa Grabrieli, sarà un premio meritatissimo anche alla carriera. Ecco la motivazioen del Premio assegnato dal settimanale “L’Ancora”. La serata di premiazione sarà martedì 18 dicembre alle ore 21 al teatro Splendor, durante il  concerto Natale. Nell’occasione Borsari riceverà il prezioso simbolo dell’Ovadesità dalle mani del giornalista ideatore, Enrico Scarsi.

Ecco la motivazione integrale del premio.

“Nel 2016, nell’ambito del pro­getto di volontariato “Coltivia­mo il benessere in Villa Ga­brieli”, tendente alla creazione di un healing garden (giardino terapeutico) per malati oncolo­gici nel Parco di via Carducci, organizza il grande concerto di musica rock “Playing the history for Villa Gabrieli”, con la partecipazione, al Geirino, di “mostri sacri” del rock quali Da­vid Jackson e John Hackett dei Genesis.

Quest’anno, nonostante gli esiti di una malattia molto seria e le conseguenti cure, ha proseguito nella intensa, gra­tuita, appassionata collaborazione al progetto di Villa Gabrieli come coordinatore dei volontari. Col loro lavoro, nel giro di un’estate, il bel Parco ritrova la sua pie­na caratteristica, ritornando ad essere assiduamente frequen­tato dagli ovadesi.

In pensione da maggio, si de­dica a tempo pieno alla musi­ca organistica di cui crea siti visitati a livello nazionale, alla realizzazione di organi virtuali ed al volontariato per il Parco.

Ha contribuito,, nel corso del 2018 alla fondazione del neonato Gruppo FAI di Ovada, svolgendo visite guida­te ed istruendo gli allievi delle Madri Pie e del Barletti come apprendisti “ciceroni” del FAI, i protagonisti delle “Giornate d’autunno” nel Parco.

Ancora il 9 novembre, colla­bora alla cena-concerto organizzata dal­la Fondazione Cigno all’Outlet di Serravalle per la raccolta di fondi a favore della riparazione dei gravi danni causati dal mal­tempo del 29 ottobre al Parco. Sono state infatti abbattute dal fortissimo vento di quella sera quattro grandi piante ed il pri­mo ad accorrere sotto l’acqua battente ed il vento è facile pensare chi sia stato.

Nell’ambito del volontariato per il Parco, ha creato un apposito sito internet (www.parcovilla­gabrieliovada.it), che cura per­sonalmente.

Per tutti questi rilevanti meriti, a Federico Borsari viene attri­buita l’Ancora d’argento, quale Ovadese dell’Anno per il 2018″.