Il maltempo tornerà ad affacciarsi prepotentemente nella giornata di domani, venerdì 20 dicembre, con l’allerta meteo arancione segnalata dal Centro funzionale di Arpa Piemonte. Sul territorio regionale interessato il Piemonte sud orientale, cioè l’Acquese, l’Ovadese, il Novese e il Tortonese, in particolare i torrenti Belbo, Bormida e Scrivia. Una situazione che “potrebbe provocare limitate esondazioni dei corsi d’acqua e fenomeni di versante”, tenendo però conto delle condizioni del territorio dopo le due ultime alluvioni di ottobre e novembre, che hanno causato centinaia di frane e smottamenti, molti dei quali ancora da sistemare. Le precipitazioni intense si verificheranno dalla mattinata.

Allerta arancione anche nel Piemonte settentrionale, per i rischi legati a possibili valanghe. Allerta gialla in gran parte del resto del territorio regionale. Per seguire l’evolversi dei fenomeni e coordinare gli eventuali necessari interventi, la Protezione civile della Regione Piemonte ha previsto l’apertura della propria sala operativa di corso Marche 79 a Torino venerdì 20 e sabato 21, con orario 8-24.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’emozione del presepe vivente con gli alunni del San Giuseppe
Articolo successivoLicenziato tre volte e per tre volte riassunto.