Novi Ligure. Daspo Willy per un cittadino marocchino.

0
699
La caserma dei carabinieri di Novi

Un cittadino del Marocco classe 89,  residente nel novese,  è stato denunciato dai carabinieri per minaccia aggravata dall’uso delle armi e porto abusivo di armi o strumenti atti a offendere.

L’uomo, nella tarda serata del 27 marzo,  era entrato in un bar di Novi Ligure e aveva tentato di aggredire un connazionale con un lungo coltello. L’azione fortunatamente è stata fermata dall’intervento tempestivo un avventore, che è riuscito a bloccarlo. Il marocchino già due giorni prima, nello stesso locale, aveva avviato una lite col medesimo connazionale e nonostante la presenza dei Carabinieri intervenuti, aveva tentato di colpirlo, non riuscendovi solo perché bloccato dai militari; nella circostanza, comunque aveva creato scompiglio e danneggiato alcuni oggetti. In ragione della loro gravità  dei fatti e della personalità violenta, già gravato da numerosi precedenti di polizia, i carabinieri di Novi Ligure, oltre alla denuncia in sede penale per i reati commessi inviata alla Procura di Alessandria ha  proposto il giovane alla Questura di Alessandria – Divisione Anticrimine per il Daspo urbano cd “Willy”. Il Questore, condividendo la proposta degli operanti, al termine di un’accurata istruttoria ha inteso adottare la misura di polizia nel suo limite massimo, avendo valutato come concreto il pericolo di reiterazione dei reati e quindi di pericolo per la sicurezza pubblica. Si tratta della prima volta che tale tipologia di misura di polizia viene applicata nel novese.