Operazione “Taxi driver”. Arrestati dodici spacciatori, tra loro una donna.

Affari per migliaia di euro conclusi in vari luoghi della campagna tortonese

0
453

A conclusione di prolungate indagini i carabinieri di Tortona hanno arrestato quattro marocchini, tre uomini di 30, 27 e 24 anni e una donna di 28, e un 34enne italiano, ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e spaccio in concorso di eroina, cocaina, hashish e marijuana. L’Ordinanza di Custodia Cautelare era stata emessa dal G.I.P. del Tribunale di Alessandria, dottor Stefano Tacchino.

L’indagine era iniziata a seguito di un incidente mortale del 21 gennaio del 2020 nel Comune di Sale, durante il quale  morì il conducente del veicolo, un 27 27enne di origini marocchine decedeva sul colpo.

I carabinieri di Sale avevano trovato  all’interno dell’auto 4,4 grammi di cocaina, 3,7 di eroina e 767 euro in contanti, accertando inoltre che, dopo l’impatto, dal veicolo era fuggita una persona. Gli accertamenti, suffragati da analisi dei traffici telefonici e da alcune testimonianze, hanno permesso ai carabinieri di identificare la persona fuggita dal veicolo e di accertarne  il coinvolgimento in attività di spaccio di stupefacenti.

Le successive indagini svolte dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Tortona e dai carabinieri di Sale, mediante attività tecniche e pedinamenti, hanno permesso di scoprire una fiorente attività di spaccio di stupefacenti all’interno della boscaglia tra i comuni di Castelnuovo Scrivia, Molino dei Torti e Casei Gerola, posta in essere da un gruppo di marocchini domiciliati nell’hinterland milanese e di italiani delle provincie di Alessandria e Pavia.

Nei mesi di giugno e luglio 2020, i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti una 33enne, trovata in possesso di 11,23 grammi di cocaina e 36,45 di eroina; due 32enni, uno dei quali marocchino, trovati in possesso di 47,65 grammi di hashish e 33,77 di marijuana, oltre a 4.098 euro in contanti; un 23enne marocchino, trovato in possesso di 3,26 grammi di eroina e 5.327,55 euro; un 20enne marocchino, un 41enne e una 43enne, trovati in possesso di 60 grammi di cocaina, 270 di hashish e 1.200 euro. Le successive investigazioni, effettuate tra il 24 settembre e l’8 ottobre 2020, hanno permesso di accertare complessivamente 220 cessioni di cocaina, eroina e hashish, poste in essere dai cinque soggetti arrestati nei giorni scorsi a seguito dell’ordinanza di custodia cautelare.  I cinque sono stati rintracciati nei comuni di Peschiera Borromeo (MI), Brescia, Milano e Volpedo. Quattro dei cinque soggetti sono stati condotti presso le competenti Case Circondariali mentre la donna presso il domicilio con sottoposizione del braccialetto elettronico.