La Orsi Derthona conquista la sesta vittoria di fila e vola als econdo posto solitario dietro l’Angelico Biella. Contro Ferentino squadra in lotta per evitare i playout, la partita è vitale per entrambe le squadre che cercano punti importanti per i rispettivi obbiettivi.

I tortonesi vincono soprattutto grazie alla tenuta psicofisica, che non li abbandona anche nei momenti più difficili e consente loro di tenere duro durante i tentativi degli avversari di innervosire i bianconeri. Nel primo quarto partono meglio i frusinati che vanno avanti, ma vengono recuperati dai leoni di coach Cavina e restano a portata chiudendo i primi dieci minuti sul 17-19.

Al rientro sul parquet, in quella che dovrebbe essere stata l’ultima apparizione al Pala Ferraris di Casale Monferrato, i tortonesi mettono le cose in chiaro, mostrando i muscoli con Greene e Cosey. Ferentino, però c’è e non si lascia intimidire dalla bolgia dei tifosi locali, così al cambio campo sono ancora due punti che dividono le squadre a vantaggio degli ospiti.

Il cambio arriva alla ripresa delle ostilità quando il Derthona aumenta i ritmi, Ferentino tiene, ma si vede che fatica e all’ultima pausa, il tabellone dice 56-54, per il primo vantaggio tortonese che nell’ultimo periodo si concretizza nella tripla di Conti che porta il parziale sul +4 e piega le gambe agli avversari che accusano la fatica per avere dato il massimo nei quarti precedenti per tenere a bada i leoni, che a questo punto possono uscire dalla gabbia e sbranare gli ospiti, chiudendo ogni spazio in difesa, frustrando i laziali e colpendoli nei momenti topici della gara. Finisce 78-69, con una vittoria di carattere e meritata.

Coach Cavina  (premiato come miglior tecnico del girone nel mese di gennaio) commenta così a fine partita:“La chiave di questo successo è da ricercarsi nella difesa del secondo tempo, nel quale abbiamo concesso meno tiri aperti rispetto alla prima metà di gara, riuscendo anche a correre in transizione, in una giornata nella quale le nostre percentuali al tiro non sono state particolarmente alte.  – e conclude – Conoscevamo la forza di Ferentino e ci aspettavamo una loro grande partita. Siamo stati molto bravi a restare in scia nel primo tempo, per poi uscire con grande determinazione nel secondo tempo. Sono molto contento della prestazione di tutti; abbiamo ancora grossi margini di miglioramento se riusciremo ad essere così profondi e intensi.”

Orsi Derthona – Fmc Ferentino 78-69

(17-19, 36-38, 56-54)

Derthona: Greene IV 19, Cosey 20, Alviti 8, Ricci 7, Sanna 3, Taverna ne, Conti 5, Mascherpa 3, Garri 5, Pilati ne, Apuzzo ne, Cucci 8. All.Cavina

Ferentino: Capuani, Musso 19, Gigli 2, Datuowei 2, Imbrò 3, Gilbert 5, Carnovali 16, Bertocchi, Benvenuti 4, Raymond 18. All. Paolini

CONDIVIDI
Articolo precedenteZona Cesarini fatale per la Pozzolese
Articolo successivoUna follia di San Valentino che fa sognare anche nel giorno di San Faustino