Ospiti del Lions Club, i sindaci incontrano il comandate Deborah Montenero

Nei comuni del territorio i cartelli che indicano i parcheggi per i disabili con la scritta Se prendi il mio posto prendi anche il mio handicap”.

0
434

I nuovi reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali” è stato il tema del meeting, organizzato dal Lions Club Borghetto Valli Borbera e Spinti; ospite relatore  la dottoressa Deborah Montenero, comandante della Polizia Stradale di Alessandria.

Un argomento che preoccupa se si guardano i recenti dati: nel primo semestre del 2018 sono avvenuti oltre 80.000 incidenti stradali registrando 1480 morti entro il 30 esimo giorno dall’incidente. Durante l’incontro la Montenero ha spiegato che  fino al 2016 non esisteva una specifica regolamentazione del reato stradale e tra patteggiamenti e riti abbreviati il responsabile di omicidio o lesioni  poteva cavarsela con una lieve sanzione penale;  con la nuova legge si è voluto dare una autonoma configurazione del reato in modo che si potesse prendere piena coscienza del fenomeno colpendo specifici comportamenti di elevato costo sociale.

La Montenero ha parlato delle forme aggravate del reato; da quelle dovute alle alterazioni psicofisiche del conducente (uso di sostanze stupefacenti o alcool), alle gravi condotte stradali (eccesso di velocità, circolazione contromano, passaggio con semaforo rosso). Altra condotta sanzionata in modo pesante è quella riconducibile alla fuga successiva all’evento che, nelle forme particolarmente gravi prevedono l’arresto del responsabile.

Secondo uno studio, le sanzioni amministrative che portano alla sospensione della patente arrivando anche alla revoca della stessa, dovrebbero agevolare  la  diminuzione delle infrazioni.

La serata, inoltre, ha avuto un’ appendice di elevato valore sociale: il Club ha invitato i Sindaci dei comuni del suo vasto territorio di competenza, le valli Borbera e Spinti, ad installare i cartelli stradali  che indicano i parcheggi riservati a disabili. Tutte le amministrazioni comunali hanno aderito e,  ai sindaci  presenti o ai loro delegati i Lions Club ha consegnato il cartello che riporta la scritta:  “Se prendi il mio posto prendi anche il mio handicap”.

Essere presenti nelle piazze dei comuni con un’ iniziativa legata ai diritti dei portatori di handicap – spiegano gli organizzatori – è motivo di orgoglio per il club; il Lions riesce ad essere presente, anche comunicando con la cartellonistica stradale, in ogni località delle nostre valli appenniniche. L’apprezzamento dell’iniziativa è poi confermato dal fatto che, in diversi comuni, i nostri cartelli sono stati subito installati, ricordando a tutti che parte del suolo pubblico, anche grazie al Lions, è riservata al parcheggio di persone che ne hanno maggiormente necessità”.