Era inevitabile la presenza delle due squadre di pallavolo novesi, alla sfilata di sabato 4 agosto, serata della notte bianca di Novi Ligure. Nello stadio Girardengo, si sono mescolate le facce, le maglie ed i colori dell’A.S. Novi Pallavolo e della Novi Pallavolo Femminile, due società distinte, ma che si stanno avvicinando sempre di più nell’ottica della fusione. D’accordo tutti, dirigenti, giocatori e tifosi in sostanza per un passo che dovrebbe dare più solidità al panorama pallavolistico novese.

Un panorama che viene da una stagione complessivamente di alto livello con i playoff raggiunti da entrambe le squadre anche se le donne dovranno lavorare molto anche sul mercato per consentire di giocare un campionato all’altezza delle aspettative. Tutto ciò a fronte dell’addio forse più importante, quello di Roberto Astori e del suo vice Enrico Salvi che hanno avuto un ruolo fondamentale per questa squadra. Promosso in prima squadra quindi Giorgio Giombi dalle giovanili che dovrà amalgamare al meglio la nuova squadra.

Diversi elementi della rosa infatti erano a Novi in prestito. Il primo colpo è stato di quelli che fa ben sperare con l’ingaggio di Valentina Cozzi dal Garlasco. Per lei una carriera importante fin qui, con trascorsi in A2, B1 e una Coppa Italia in bacheca. 

Per quanto riguarda gli uomini invece la prossima stagione potrebbe essere anche migliore di quella appena conclusa con la squadra di Quagliozzi che da tempo si è messa all’opera per fornire una rosa di prim’ordine e puntare in alto. Max Mori, direttore sportivo biancoceleste è stato rapido e “letale” in primis nel riconfermare un gruppo già competitivo con Corrozzatto, Volpara, Romagnano, Bettucchi, Quaglieri, Moro, Prato, Guido, Semino, Repetto e Capettini. Poi ha riportato a Novi Mattteo Scarrone che mancava da due stagioni causa studi.

Non solo perché la società novese ha completato il parco centrali con gli arrrivi del classe ’84 Belzer (che ha già giocato a Novi dal 2014 al 2016) che arriva da Acqui e la riconferma di Enrico Zappavigna che era cercato da mezza Liguria. Guardando al futuro poi è importante il tesseramento del giovane libero Gianluca Bassanese dall’Adolescere Voghera. Nato nel ’99 potrà imparare molto dall’esperto Quaglieri.