L’atleta di punta del Minigolf Club Novi Ligure, dopo il terzo posto al Campionato Master di aprile, la vittoria nel Trofeo Val Di Fiemme di Predazzo al cospetto di alcuni dei migliori atleti europei, e dopo aver trascinato la propria squadra al comando della League dopo 2 giornate, in questo weekend a Montegrotto Terme si toglie anche la soddisfazione di portare a casa l’ennesimo, il settimo per la precisione, titolo italiano individuale, a due anni di distanza dal sesto vinto nel 2016 a Predazzo e dopo i 5 titoli in 7 anni vinti a cavallo tra gli anni 2000 e 2006.

Non era impresa semplice questa volta per gli atleti novesi in quanto il campo di Montegrotto era del tutto sconosciuto non avendoci mai giocato prima, e gli atleti di casa erano certamente temibili grazie alla maggior conoscenza delle difficili piste dell’impianto veneto. Gara inoltre condizionata da un forte caldo umido che ha messo alla prova le capacità di resistenza dei giocatori.

Porta ha saputo mettere a frutto la sua grande esperienza prendendo subito il comando della gara e portandola a compimento. Dopo i primi 3 percorsi della prima giornata, infatti, il golfista novese chiudeva al comando con 90 colpi, appaiato al forte atleta di Monza Cristian Pinton.

Nella seconda giornata, i due hanno proseguito appaiati dopo il quarto percorso, concluso da entrambi con 31 colpi, mentre nel quinto percorso Porta ha piazzato lo strappo decisivo concludendo in 27 colpi a fronte dei 30 dell’avversario. Nel sesto ed ultimo percorso il portacolori novese ha potuto amministrare il vantaggio, chiudendo con 32 colpi a fronte dei 34 di Pinton, vincendo la gara alla fine nettamente di 5 colpi sull’avversario.

Ma un altro atleta novese si è reso protagonista di una bellissima prestazione: Luca Dellasega, nonostante fosse debilitato da febbre ed un problema muscolare al gomito, ha condotto una gara di altissimo livello rimanendo fino alle ultime piste in lizza per salire sul podio.

Purtroppo un paio di errori proprio nel finale gli hanno impedito di raggiungere un podio fino a quel momento meritatissimo e lo hanno visto chiudere ad un comunque ottimo sesto posto anche se rimane una punta di rammarico visto che si è fermato ad un solo colpo dal terzo gradino del podio, occupato da Ottavio Boninsegna del club Predazzo.

Ottima la prestazione tra le donne di Luisa Armenia, che con una gara grintosa e tenace è riuscita a chiudere al quarto posto, dietro solo a tre fortissime atlete che da anni dominano la scena nazionale, ovvero Antonella Flamini (giocatrice del club ospitante e vincitrice del titolo) e le sorelle Anna e Silvia Bandera.

La squadra novese nel Campionato di Società si classifica al quarto posto, dopo aver lottato fino all’ultimo per salire sul podio ed aver mancato il terzo gradino del podio per soli due punti. Pur con qualche assenza di rilievo, la squadra composta da Paolo Porta, Luca Dellasega, Piero Porta, Salvatore D’Amico e Luisa Armenia ha lottato alla pari con le altre squadre.