Pernigotti. Anche la Regione scende in campo contro la chiusura dello storico stabilimento

0
443

L’annuncio della chiusura dello stabilimento Pernigotti di Novi Ligure, ha colto tutti di sorpresa, nessuno si aspettava una decisione così drastica dal gruppo Toksoz, proprietario del brand della storica azienda dolciaria. Ora nel tentativo di riportare alla ragione i dirigenti turchi, il sindaco Rocchino Muliere, il prefetto  Antonio  Apruzzese, l’onorevole Federico Fornaro, interviene anche La Regione Piemonte: “Apprendo con estrema preoccupazione la notizia dell’annunciata chiusura dello stabilimento della Pernigotti, storico marchio piemontese del cioccolato. Una decisione, quella del gruppo turco proprietario dell’azienda, incomprensibile e inaccettabile, che la Regione cercherà di contrastare in ogni modo”, dichiara l’assessora regionale al Lavoro, Gianna Pentenero, oggi impegnata a Roma per una nuova riunione del tavolo ministeriale sul futuro della Jde, proprietaria dei marchi Caffé Hag e Splendid di Andezeno, in provincia di Torino. “Due vicende – prosegue Pentenero – drammaticamente simili. La Regione è naturalmente pronta a convocare un tavolo sul caso Pernigotti, chiedendo alla proprietà di valutare, con il sindacato e le istituzioni, ogni possibile soluzione alternativa. Trattandosi dell’ennesimo gruppo straniero intenzionato a lasciare il nostro territorio, dopo averne acquisito il know how, è tuttavia necessaria anche la convocazione di un tavolo ministeriale, che chiederò oggi stesso”.

Di fatto, un  brutto colpo all’occupazione del territorio, già segnata dalla crisi dell’Ilva  e delle molte realtà commerciali soffocate dai tanti, forse troppi mega centri della grande distribuzione.