Come è stato possibile che Igina Fabbri sia rimasta nella casa al numero civico 4 della borgata di Pessino di Arquata Scrivia per un giorno, in un’abitazione senza luce né gas, quindi al freddo, trascorrendo lì la notte, tanto da morire per ipotermia? Chi le aveva legato i polsi? Le indagini dei carabinieri sulla morte della 71enne di Arquata Scrivia potrebbero escludere la tesi della rapina, la prima emersa per cercare dare una spiegazione alle condizioni nelle quali il figlio, Mauro Traverso, dice di averla trovata intorno alle 17 di ieri, cioè con i polsi legati. Non c’è, al momento, però, neppure nessuna certezza sull’omicidio. Stamattina, dopo il primo intervento di ieri, i carabinieri sono tornati nella villa di Pessino, posta sotto sequestro, per trovare altri indizi che diano una spiegazione a quello che appare un mistero. Stamattina era stata annunciata una conferenza stampa da parte dell’Arma ad Alessandria, poi annullata. Evidentemente, gli indizi raccolti fino ad allora non erano stati ritenuti sufficienti a spiegare l’accaduto e soprattutto a trovare l’eventuale colpevole della morte della pensionata.

Igina Fabbri

Certo che le dichiarazioni del figlio Mauro, rese note dalla trasmissione tv Pomeriggio 5, in onda oggi pomeriggio su Canale 5, mostrano diverse lacune. Ha infatti detto alla giornalista Laura Magli che l’ha intervistato di aver portato lui, lunedì, sua madre a Pessino: lei voleva fare le pulizie poiché la casa era stata messa in vendita. I due vivevano insieme nell’appartamento di via Avio, in Arquata. Non si comprende però come mai il figlio, secondo il suo racconto, sia andato a cercare la madre solo martedì verso le 17, sapendola da sola e soprattutto in una casa senza riscaldamento, per così tante ore. Traverso, secondo il racconto reso a Pomeriggio 5, ha sostenuto di essere entrato dalla finestra e di aver trovato la madre semi incosciente nel salone, con i polsi legati da fascette elettriche, che lui avrebbe poi tagliato. Dopodiché ha chiamato i soccorsi ma Igina Fabbri è morta poco dopo. Mauro Traverso, 45 anni, al momento risulta disoccupato e separato dalla prima moglie, dalla quale ha avuto un figlio. Un secondo figlio lo ha avuto recentemente con la seconda compagna.

CONDIVIDI
Articolo precedente“Caro Zagrebelsky, ma lei sa cos’è davvero il Terzo valico?”
Articolo successivoFederico Fornaro, ospite a Gavi dove illustrerà il programma di Liberi e Uguali