L’autostrada A26 è stata al centro di due episodi potenzialmente molto pericolosi durante lo scorsa settimana che hanno visto come protagonisti la Polizia Stradale di Alessandria. Nel primo caso una Mercedes è stata intercettata dagli agenti in direzione della Liguria, con provenienza Milano, dove il conducente possiede una casa per le vacanze. L’auto, però trasportava un carico pari al volume dell’auto stessa, il che metteva a rischio la sua stabilità oltre a poter potenzialmente perdere il carico trasportato. L’uomo è stato multato e costretto ad abbandonare l’autostrada, ma non prima di aver regolarizzato il carico.

Decisamente più grave il secondo episodio affrontato dagli agenti, che hanno fermato un uomo dopo che questi aveva perso il controllo dell’auto della quale era al volante. La vettura è uscita dalla carreggiata e l’uomo ha riportato alcune lesioni. Alla richiesta degli agenti della Stradale di Ovada, di sottoporsi all’etilometro l’uomo ha finto dolori e sofferenze maggiori di quelli che effettivamente aveva. Trasportato in ospedale si è poi rifiutato di accertare la propria situazione. Automaticamente quindi è stato denunciato con la sanzione peggiore prevista, ovvero il ritiro della patente ed ora rischia la sospensione fino ad un anno oltre al processo.