Pozzolo, i 101 vogliono riprendersi il terreno sulla linea del Terzo valico

Domani, alle 11, appuntamento nell'area che il Cociv ha recintato dopo il contestato esproprio del 2016. Obiettivo: togliere le reti.

0
452

L’obiettivo è togliere le reti che il Cociv ha sistemato intorno al cosiddetto terreno dei 101, a Pozzolo Formigaro. Secondo gli oltre cento proprietari, tutti aderenti al movimento No Terzo valico, il tentativo di esproprio avvenuto il 19 luglio 2016 da parte del Cociv alla presenza di decine di agenti delle forze dell’ordine in assetto antisommossa non sarebbe stato valido poiché l’immissione in possesso da parte del tecnico del consorzio è stata impedita dai proprietari e dai manifestanti, che avevano allestito un campeggio nell’area, coperta da un tendone proprio per ostacolare l’accesso. Lo stesso giorno, per altro, scattavano gli arresti dell’operazione Alchemia, imprenditori locali legati alla ‘ndrangheta che erano riusciti a entrare negli appalti dell’opera.

L’esproprio è stato comunque impugnato dai proprietari davanti al Tar Piemonte, il quale non si è ancora pronunciato ma il Cociv è andato avanti, recitando l’area, situata nella campagna verso Rivalta Scrivia, proprio lungo la futura linea ad alta capacità. Domani mattina, alle 11, è in programma un aperitivo nel terreno dei 101. I comitati hanno chiamato a raccolta i cittadini per eliminare le reti arancioni e riprendersi l’area. Resta da capire se il Cociv lascerà fare oppure chiamerà le forze dell’ordine per impedire l’intervento.