Pratolungo, addio alla nonnina del paese

0
1802

Pratolungo ha salutato la sua nonnina, Adelina Zerbo, scomparsa nei giorni scorsi a 102 anni. Lunedì la piccola chiesa di Nostra Signora della Neve, nella frazione di Gavi, era piena di gente per salutare questa donna che ha vissuto oltre un secolo tra due guerre e due secoli e che ha avuto un legame fortissimo con il suo paese, dove era nata nel 1914 e dove nel 1946 si era sposata con Anselmo Repetto, suo coetaneo, scomparso nel 2012 a 98 anni. Una coppia solidissima, che ha sempre lavorato e vissuto a Pratolungo e che ha messo al mondo due figli, Ettore, nel 1946 e Francesco, nel 1952, per tutti Franco, dipendente dell’Asl a Novi Ligure e poi amministratore comunale a Gavi, negli anni Novanta come vice del sindaco Nicoletta Albano e poi come primo cittadino dal 2001 al 2006, quando ha concluso la sua esperienza in municipio.

Finita la guerra, che per Anselmo ha voluto dire il fronte in Albania e Grecia, la coppia decide di sposarsi ma la condizione economica del periodo non consente di fare grosse spese, così la loro luna di miele è una passeggiata sotto la neve tra il paese e il santuario delle Grazie, a pochi km, il 20 di gennaio, il giorno dopo il matrimonio. “Mia mamma – racconta Franco Repetto – ha sempre vissuto a Pratolungo, e ha sempre fatto la casalinga, aiutando mio papà in campagna, tra vigne, campi e boschi”. Nel 2014 Adelina aveva festeggiato i 100 anni, festeggiata dai figli e dalla moglie di Ettore, Maurizia, con la figlia Erika.