Precipita col parapendio, muore novese in Val d’Ossola

0
4919
Omar Mestriner

È morto dopo essere precipitato per 150 metri. Tragica domenica per Omar Mestriner un appassionato di parapendio di Novi Ligure.

L’uomo, 35 anni, è morto dopo essersi schiantato contro le lisce e verticali rocce della Pioda di Crana, in Valle Vigezzo. E’ stato un suo amico ad allertare i soccorsi, quando ha visto la vela del parapendio del trentacinquenne chiudersi di colpo e il corpo dell’uomo finire sulle rocce.

La salma è stata recuperata dall’elicottero del 118 e trasportata al l’obitorio dell’ospedale San Biagio di Domodossola. Alle operazioni di recupero hanno preso parte anche gli uomini del soccorso alpino vigezzino.

Omar Mestriner era una persona molto conosciuta e stimata nel Novese. Non era sposato e viveva in città insieme ai genitore, Roberto e Anna Caracciolo e la sorella minore Jessica.  Lavorava da molti anni alle dipendenze dell’azienda vitivinicola Banfi srl, tra Novi e Gavi . Grande amante della montagna, sin da bambino, abbinava questa passione a quella della fotografia aerea. La salma è stata ricomposta all’obitorio di Domodossola e pertanto il Magistrato potrebbe disporre l’autopsia. Al momento, quindi, non è ancora fissata la data delle esequie.