Presente e futuro dell’ospedale: se n’è parlato all’assemblea del Cisa

Intanto lunedì 2 dicembre sarà in visita all'ospedale di Tortona l'assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi.

0
425
assemblea dei Comuni soci del Cisa

Giovedì 21 novembre, nella sala Romita del Comune di Tortona, si è tenuta l‘assemblea dei Comuni soci del Cisa, il Consorzio intercomunale socio assistenziale, presieduta da Gianni Tagliani, sindaco di Castelnuovo Scrivia.

Prima di discutere i temi all’ordine del giorno, il sindaco di Tortona, Federico Chiodi, ha spiegato ai presenti la situazione legata al presente e futuro dell’ospedale e dei servizi sanitari. All’incontro era presente anche il direttore del Distretto Asl, Orazio Barresi.

In particolare Chiodi ha parlato dei recenti incontri con il nuovo commissario Asl Valter Galante: oltre all’ormai annosa questione dell’apertura del reparto di Fisiatria prevista dalla stessa delibera regionale del 2014 che declassò l’ospedale, è stato fatto il punto dello stato dei reparti, in particolare di Medicina e Ortopedia, dove l’attività programmata è rallentata dall’assenza di anestesisti (passati da 12 a 7, al momento infatti si sta facendo ricorso ai “gettonisti”), dell’ambulatorio di Pediatria riaperto, ma sempre sotto organico e Radiologia, dove la mancanza di medici (attualmente sono 3) sta portando a lunghe liste d’attesa per gli esami.

Il commissario Galante ha garantito che si interesserà per trovare una soluzione, proponendo anche di effettuare un maggior numero di interventi “semplici” diminuendo quelli “complessi”; anche l’ambulatorio di Cardiologia che presto avrà un solo cardiologo a disposizione, potrebbe fare ricorso a medici “a gettone” di cooperative private, o in alternativa diventare sede distaccata del reparto di Cardiologia novese.

Intanto, lunedì 2 dicembre sarà in visita all’ospedale di Tortona l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi.

Il presidente Riccardo Parlati e il nuovo direttore, Maria Teresa Zambosco, hanno illustrato le linee di mandato del Cisa, riprendendo le linee di indirizzo in materia sociale e socio-sanitaria già approvate la scorsa estate dall’assemblea. La delibera impegna il Consorzio a “promuovere il ruolo di Tortona e del Tortonese in ogni sede istituzionale ed in ogni tavolo; difendere gli interessi dei cittadini in ambito sociale, sanitario, occupazionale e di sviluppo economico; garantire il rispetto dei cittadini, con particolare riferimento ai servizi sanitari negli anni progressivamente ridotti; pianificare con le istituzioni locali ed i servizi una rete territoriale di garanzia e tutela volta a compensare la riduzione dei servizi ospedalieri e di primo intervento; massimizzare le risorse disponibili per le fasce deboli della popolazione; promuovere il dialogo fra i diversi attori del territorio, sia istituzionali (ASL, Centro per l’impiego, Comuni, forze dell’ordine), sia del volontariato, sia del privato sociale; promuovere la compattezza e l’unità dei Sindaci del Consorzio in modo da garantire una forza rappresentativa univoca; di creare pertanto nel CISA un referente univoco, autorevole e rappresentativo dei bisogni del territorio tortonese”.salvatore pagano

Ultimo punto, la nomina del nuovo segretario del Consorzio dopo le dimissioni di Simona Ronchi: all’unanimità è stato votato Salvatore Pagano, già segretario generale del Comune di Tortona.