Procedeva in retromacia sullo svincolo dell’A26-A10. Fermato dalla Polstrada di Ovada

0
307

Verso le ore 11 del 21 luglio, un equipaggio della Sottosezione Polstrada di Ovada è stato allertato dal Centro Operativo Autostradale della Polizia Stradale di Genova perchè nei pressi  dello svincolo d’immissione A/26 sud dell’autostrada dei trafori A/26 – A/10 ovest, territorio del Comune di Genova, era stata segnalata un’autovettura che stava effettuando la manovra di retromarcia sullo svincolo autostradale, manovra vietata dal codice della strada ed attuata in condizioni di elevata pericolosità, perché il tratto in questione è uno svincolo privo di corsia d’emergenza a visibilità preclusa.

L’intervento degli operatori già posizionati per controlli di polizia nei pressi della località segnalata, è stato immediato; la tratta autostradale era già gravata da traffico congestionato, e la prontezza degli operatori ha consentito di evitare conseguenze pericolose per gli automobilisti in transito, in special modo camionisti, che si vedevano costretti a deviare bruscamente la propria corsa per schivarlo.

Il conducente, di nazionalità rumena ma residente in Spagna, per compiere la sconsiderata manovra si è servito anche della propria compagna, passeggera del veicolo; quest’ultima infatti, percorreva a piedi la carreggiata in contromano per segnalare.

Fermato appena in tempo dalla pattuglia della Sottosezione Polstrada di Ovada, il conducente è stato sanzionato ai sensi dell’art. 176 1 lett. b -20 cds con il pagamento di euro 431 e la decurtazione di punti 10 sulla patente di guida.