Quattro passi nella Valle dell’Albirola, nel cuore della Val Borbera con il FAI

0
295
Tramonto sui vigneti di Cascina Barban

Il ritorno alla terra è un tema conduttore o leitmotiv, come dicono quelli che parlano bene, di questi ultimi anni. Vivere ritornando alla campagna in realtà non è la cosa più semplice del mondo, ci sono zone bellissime che sono state abbandonate proprio perché non offrivano un’alternativa alla contadinità preferendo soluzioni di vita apparentemente più  facili. Ora c’è chi vuole ritornare alle origini, e chi ha coltivato il sogno di vivere in campagna e lo vuole realizzare. Qualcuno c’è riuscito. E’ il caso di Maurizio Carucci, che da anni si è trasferito con la compagna Martina in Val Borbera e ha trasformato un antico borgo sulle colline nella valle dell’Albirola, che prende il nome dal torrente affluente del Borbera, nell’azienda agricola: “Cascina Barban”.

Domenica 23 giugno, Maurizio Carucci insieme al Gruppo FAI Giovani di Novi Ligure, ha organizzato una giornata per condividere le bellezze di questi splendidi luoghi, che contempla una camminata, un pranzo e una chiacchierata sul futuro della Valle.

Molino di Santamaria

L’appuntamento è alle 10 al Bar del Ponte ad Albera Ligure, facile da trovare perché situato sulla provinciale 140 e proprio di fronte all’arrivo delle autolinee Val Borbera.  Alle10.30, inizio della camminata. Si attraversa la Valle dell’Albirola, passando per l’antico borgo del “Molino di Santamaria”, qui ogni anno,  la domenica successiva a ferragosto si tiene la Festa del Pane”; si prosegue  percorrendo  sentieri e prati  dove si potranno scorgere daini e caprioli, fio ad arrivare  all’ingresso di Figino, altra frazione di Albera Ligure, famosa per le sue fagiolane, luogo in cui sorge Cascina Barban; qui alle 12 sosta pranzo con i prodotti locali. Alle 14.30, il tema del ritorno alla natura sarà affrontato insieme a Filippo Barbera, professore associato Dipartimento Culture, Politica e Società dell’Università di Torino; Dino Bianchi, presidente Ente di gestione del Parco Capanne di Marcarolo, Aree Protette Appennino Piemontese: Marco Guerrini, Sindaco del comune di Carrega Ligure , Mauro Ratto, economista, co-fondatore del Gruppo FAI di Novi Ligure.

Spiegano gli organizzatori: “In un momento storico in cui la popolazione urbana supera, per la prima volta, quella rurale, l’esperienza di Cascina Barbàn offre uno sguardo su uno stile di vita alternativo a quello che conosciamo in città. È sempre più importante trattare il tema, per preservarne e valorizzarne la bellezza e i prodotti: con questo evento, il Gruppo FAI Giovani Novi Ligure si è posta l’obiettivo di far conoscere e apprezzare il panorama e i frutti della Val Borbera, in un contesto di rinascita del territorio reso possibile dall’impegno di chi ci ha creduto”.

Per motivi organizzativi è necessario prenotare inviando una e-mail alal seguente indirizzo indicando il numero di persone partecipanti:  [email protected]

Per Info: pagina facebook: FAI Giovani Novi Ligure, Instagram: faigiovaninovi