Roberta e le altre. Val Borbera, una Valle in rosa

    0
    1055
    Cabella. Foto Adriano Giraudo
    Roberta Daglio

    Il titolo lo ha suggerito un’amica giornalista, che nel corso di una chiacchierata ha evidenziato come non mai, in  queste elezioni ci sia una presenza preminente di donne candidate alla poltrona di sindaco. Infatti, in ben cinque comuni dell’Alta Valle, su sei che il 26 maggio si candideranno, c’è una figura femminile. Roberta del titolo, è naturalmente Roberta Daglio, sindaca uscente di Cabella Ligure, lei in questa legislatura ha rivoluzionato il paese, non solo da un punto di vista amministrativo, i suoi bilanci sono largamente in attivo, ma lo ha impreziosito al  punto da aggiudicarsi il titolo europeo di Comune fiorito, che non significa solo averlo tappezzato di fiori, i severi criteri dei giudici internazionali hanno stabilito che la qualità della vita a Cabella è alta sotto tanti aspetti; ma anche le altre sono donne con la D maiuscola. A Cantalupo Ligure ci sarà la lista di Teresa Neboli, già vicesindaco, che in questi anni è stata l’anima del paese. Rocchetta Ligure ha una candidata di tutto rispetto, la dottoressa Annalisa Fiori, insegnate di professione, già consigliera comunale e assessore in Comunità Montana. Un’altra curiosità: l’80% della sua lista è formato da donne. A Mongiardino  Ligure troviamo addirittura due liste al femminile, Alessia Morando, figlia d’arte, il padre Mino è stato a lungo nella giunta comunale del paese valborberino, e Maria Grazia Dotti, già consigliera di maggioranza del Comune. Infine, a Roccaforte candidata sindaca è Ilaria Tinello, anche lei con esperienza nell’amministrazione comunale per essere l’attuale vicesindaco in Comune. Se tutte avranno il riconoscimento dei cittadini, ecco che la valle sarà tutta rosa e questo non può che essere un bene, solo le donne riescono a fare più cose contemporaneamente, sono come si dice “multitasking“. Non me ne vogliano i maschietti.

    Chi scrive è evidentemente di parte essendo una donna, ma questa comunque da qualunque parte la si legga è una notizia.