Rocchetta Ligure festeggia mezzo secolo di “fagiolane”

0
703
1° sagra delle Fagiolane

Cinquant’anni sono un bel traguardo. Da  mezzo secolo a  Rocchetta Ligure, la seconda domenica di settembre è caratterizzata dalla “Sagra delle Fagiolane”, il grande fagiolo bianco, oggi coltivato in piccola scala ma, che nel 1973, era tra i prodotti che  “tiravano” l’economia locale.

Foto di archivio by Massimo Sorlino

Erano tanti  gli orti che circondavano il paese e le coltivazioni si estendevano in Val Sisola, fino a Mongiardino Ligure ma soprattutto a Figino, frazione di Albera Ligure, dove c’era l’orto di “Giannino”, Gianni Del Barba, scomparso qualche giorno fa. Una persona gentile,  molto popolare in Val Borbera, grazie anche alle sue fagiolane.

In Piazza Regina Margherita, allora come oggi, si danno appuntamento gli abitanti e i villeggianti, per trascorrere ancora una giornata di festa prima che cali il sipario sulle sagre, sulle feste di piazza e sulle feste patronali, tanti momenti conviviali che hanno caratterizzato l’estate valborberina.

Appuntamento quindi all’edizione numero 50 della tradizionale Sagra delle fagiolane, che si terrà domenica 10 settembre. Il programma prevede: dalle 13 pranzo con polenta e fagiolane ai tre gusti tradizionali e dalle 15 distribuzione delle tipiche fagiolane preparate secondo tradizione.

Per tutta la giornata,  esposizione e vendita di oggetti di artigianato e degustazioni di prodotti locali e nel pomeriggio musica dal vivo con il “Duo di Picche” .

Inoltre, dalle 9.30 alle 13, apertura dei musei, ‘Resistenza e Vita Sociale in Val Borbera’ e ‘Arte Sacra delle Valli Borbera e Spinti’  a Palazzo Spinola,

In caso di maltempo la manifestazione si terrà al coperto.