Una famiglia di Silvano d’Orba è stata denunciata per furto aggravato di gas metano. Si tratta di moglie, marito e il padre di quest’ultimo che si sarebbero allacciati abusivamente ad un contatore che era stato loro chiuso e piombato per morosità in precedenza.

Al momento non è chiaro chi avrebbe scassinato il contatore, per questo i carabinieri di Mornese, che hanno seguito la faccenda, hanno preceduto ad indagare tutte e tre le persone in concorso. La segnalazione era arrivata dalla ditta che fornisce il gas, la quale si è ben presto accorta degli afflussi di metano verso un contatore che sarebbe dovuto essere effettivamente chiuso, quindi inattivo.