La 410° edizione della fiera di Santa Caterina ha aperto le rassegne invernali novesi

0
1377
Fiera di Santa Caterina

Un salto a ritroso verso le origini, per la 410° edizione della Fiera di Santa Caterina che quest’anno apre le manifestazioni invernali che culmineranno a dicembre con la rinnovata “Dolci terre di Novi”-.

La manifestazione più amata e attesa dai novesi, appunto Santa Caterina, è cominciata oggi e durerà sino a domenica sera.  Intanto è attivo il Luna park con giostre estreme e più tranquille, per bimbi e adulti, mentre sono già attive 260 bancarelle dislocate in tutto il centro storico, in viale Saffi, corso Marenco, via Garibaldi, via Roma e piazza Dellepiane.  

Quest’anno, in onore  alla tradizione cominciata oltre 400 anni fa come fiera di cambio e del bestiame, sarà organizzata una grande mostra – mercato di macchine agricole, lungo il viale dei Campionissimi. Parteciperanno le migliori concessionarie di macchinari provenienti da tutta la provincia e oltre. Non potendo più organizzare l’antica fiera del bestiame per motivi legati allo stress patito dagli animali, l’associazione “Carrozze e cavalli” di Capriata, domenica 26 novembre in zona stadio, assicura la presenza di un gran numero di capi equini, nonché di numerose carrozze che effettueranno dalle 10 la consueta sfilata per le vie cittadine, unitamente a prove di maneggevolezza. In collaborazione con il “Gruppo Italiano Attacchi”, si terrà anche un concorso di “eleganza per carrozze” che porterà in città un gran numero di operatori provenienti anche dalle regioni limitrofe, accompagnati dalle loro splendide carrozze. Tra sabato e domenica si terrà inoltre il battesimo della sella.

Decisamente più recente, ma ugualmente attesa dalla cittadinanza e non solo, dal 7 al 10 dicembre al centro fieristico si svolgerà la 22° edizione della rassegna enogastronomica “Dolci terre di Novi”.

Per l’allestimento sarà riproposta la formula collaudata dei percorsi del gusto. Saranno 6 gli itinerari che si snoderanno all’interno dei padiglioni espositivi, raggruppando le diverse produzioni agroalimentari in categorie omogenee: presìdi Slow food, formaggi e salumi, prodotti della terra, dolci, vini e distillati e infine pastifici.

Durante la rassegna, sabato 9 dicembre, nel centro storico si svolgerà la Notte bianca che ospiterà la rassegna delle corali a partire dalle 17, mentre alla sera, in piazza Dellepiane, concerto Gospel e degustazioni di stagione.