Si coltiva nel Novese il cereale del futuro

0
1373

L’associazione culturale “La Frascheta” propone alle cantine del castello di Pozzolo il 28 aprile alle 21, l’incontro “Conosci il tuo territorio?… alla scoperta di nuovi e antichi sapori”.

L’appuntamento sarà l’occasione per scoprire soprattutto la farina Tritordeum a circa due anni dalla sperimentazione, sui campi del Basso Piemonte. Oggi la coltivazione di questa ibridazione ottenuta in Spagna circa 30 anni fa è diventata realtà  e si sta praticando su terreni nelle zone di Rivalta, Pozzolo e Novi. Artefice di questa promozione è l’azienda pozzolese Tomato Farm. La farina Tritordeum porta con sé antiche tradizioni, grazie a questo “compromesso” ottenuto tra il grano duro e un tipo di orzo selvatico. La sua particolarità principale è una migliore digeribilità rispetto ad altre farine più comuni. La tipologia di lavorazione permette di realizzare molti prodotti, alcuni dei quali saranno presentati nel corso di questa serata: pane, torte, biscotti, pizze e persino una qualità di birra. La Tomato Farm ha ottenuto la vendita esclusiva dei prodotti Tritordeum in Italia, grazie all’adesione di alcuni agricoltori locali che seminano questa tipologia di granella che poi viene lavorata in un mulino certificato che la trasforma in farina.