Slitta la chiusura Novi – Tortona pendolari verso i bus sostitutivi

0
1459
La stazione di Novi Ligure

Slitta l’annunciata chiusura della tratta ferroviaria Novi – Tortona, inizialmente prevista per il 6 di agosto, in seguito ai lavori di realizzazione del Terzo valico.

La notizia non rassicura, tuttavia, l’associazione dei pendolari, rappresentata l’altro giorno nella sede milanese della Regione Lombardia, dal presidente Andrea Pernigotti.

“Alla riunione, oltre a noi dell’Apn – dice – c’erano i rappresentanti di altre associazioni di pendolari e ciascuno ha esposto le proprie criticità, suggerendo soluzioni. Nel documento di servizio fornitoci da Rfi, c’è un passaggio significativo nel paragrafo dedicato alla chiusura della tratta Novi – Tortona. Sembra che sia stata posticipata a settembre. Dico “sembra, perché questo dato è ancora da verificare. Pertanto aspettiamo di chiarirci con Rfi nei prossimi incontri fissati il 14 giugno a Milano e il 16 giugno ad Alessandria. Prenderanno parte esponenti delle Regioni Lombardia e Piemonte e da loro attendiamo risposte più certe. In queste sedi,  si dovranno definire i costi, le competenze e le responsabilità del servizio sostitutivo”-.

Nel momento in cui sarà chiusa la tratta ferroviaria Novi – Tortona, i pendolari novesi sembrerebbero al momento indirizzati verso il servizio sostitutivo tramite autobus. Ciò potrebbe avvenire già nella prima settimana di settembre. Per il momento è scongiurato il periodo estivo, ma nulla viene tolto al disagio che i viaggiatori dovranno comunque affrontare. Pur essendo ancora in essere, le proposte formulate nel corso dell’ultima assemblea dei pendolari, tenutasi a Novi, potrebbero anche essere prese in considerazione durante le riunioni di metà giugno. Si era parlato di riattivare le stazioni di Cassano oppure di Villavernia, proprio per evitare gli autobus sostitutivi.

L’ultimo incontro è dunque servito a sottolineare le richieste dell’Apn a cui è stato posto particolare accento sugli ultimi incidenti avvenuti di recente. “Ci riferiamo a guasti agli impianti di circolazione e all’incendio alla stazione di Lungavilla – specifica Pernigotti -. Abbiamo poi ribadito come associazione, che il servizio sostitutivo dovrà, per quanto possibile, avvicinare in termini di qualità il servizio ferroviario esistente, principalmente in termini di orario. Un altro aspetto importante da verificare, è la temporanea chiusura del ponte stradale (ex Statale 10) sul torrente Scrivia nel territorio di Tortona, per lavori di allacciamento fra l’acquedotto tortonese e quello alessandrino. In questo caso, Apn e Comune di Novi, stanno verificando con la Provincia di Alessandria (competente per la strada e le infrastrutture, ndr) il tipo di chiusura e la viabilità, se completa o a doppio senso, e quanto dureranno i cantieri”-.