Strada della Crenna, i lavori ripartono solo dopo le ferie.

Terzo valico: il 21 agosto riaprono i cantieri del ponte sul Neirone e di salita Crenna, interventi che secondo il commissario Romano dovevano partire ad aprile e poi a luglio. Silenzio sulla galleria pronta solo nel 2020.

0
1131
Il cantiere del ponte sul Neirone a Gavi
Il cantiere del ponte sul Neirone a Gavi

Salvo altri rinvii, i lavori di adeguamento della strada provinciale 161 al traffico pesante del Terzo valico, tra Gavi e Serravalle Scrivia, riprenderanno il 21 agosto. La Techno Scavi di Chieti e la Mga di Massa Carrara, alle quali il Cociv ha assegnati gli interventi, hanno preso in consegna da oltre un mese i cantieri fermi dal dicembre scorso, dopo che i vertici della Grandi opere italiane erano stati arrestati per corruzione nell’ambito delle inchieste di Roma e Genova sul Terzo valico. Solo fino a poche settimane fa la Provincia, titolare della strada, non aveva ancora nessuna data confermata, nonostante il commissario di governo del Terzo valico, Iolanda Romano, la scorsa primavera avesse annunciato come imminente l’avvio dei lavori e, ancora, il 29 giugno scorso la stessa aveva reso nota la consegna dei cantieri ma, finora, quasi nulla si è mosso da parte delle due imprese.

La galleria della Crenna tra Gavi e Serravalle Scrivia
La galleria della Crenna tra Gavi e Serravalle Scrivia

Gli interventi principali riguardano il nuovo ponte sul Neirone e l’allargamento di salita Crenna ma gli operai, come si diceva, si vedranno solo dopo le ferie di agosto. “Stiamo preparando l’ordinanza – spiegano dalla Provincia -, in vista della ripresa dei lavori da parte delle imprese incaricate. In queste settimane gli impianti restano di fermi e quindi è normale attendere il periodo successivo a Ferragosto”. Il Cociv il mese scorso aveva fatto sapere che l’allargamento di salita Crenna dovrebbe essere concluso “nell’ultimo semestre del 2018”. Dopodiché si passerà ad ampliare la galleria omonima, sempre più pericolosa da quando, nel 2013, sono ripartiti i lavori del Terzo valico a Voltaggio, con il relativo traffico pesante. Il tunnel tra Gavi e Serravalle, sempre a detta del Cociv, sarà pronto solo nel 2020, data che non è piaciuta, almeno a parole, alla Provincia e a diversi sindaci. Il commissario Romano, interpellato sull’argomento, ha preferito non rispondere, non si sa se per non urtare troppo il Cociv. Il ponte sul Neirone, secondo il commissario, dovrebbe essere terminato entro tre mesi. Sarà quindi pronto entro la fine dell’anno.

Il cantiere del ponte della Maddalena a Gavi
Il cantiere del ponte della Maddalena a Gavi

Nessuna informazione, invece, dalla Provincia per i tempi di apertura del ponte sul Lemme tra Gavi e Carrosio. Da quasi cinque mesi l’attività da parte della Polistrade Costruzioni Generali di Campi Bisenzio (Firenze) è ferma per un problema relativo all’impermeabilizzazione del fondo del ponte.