Il 21° Cross “Città di Novi Ligure” si è appena concluso nel segno di due atleti di assoluto valore quali sono Valentina Gemetto e Andrea Seppi. Prestazioni importanti in un contesto numericamente e qualitativamente di grande livello. L’Atletica Novese aveva provveduto al maquillage della propria gara invernale con una vera rivoluzione: nuova location (il parco Acos di strada Cassano), nuovo percorso e l’abbinamento con l’assegnazione dei titoli di campione regionale e provinciale di specialità. 

La risposta degli atleti e delle società è stata importante con 433 attori al via e più di 100 esordienti a misurarsi su tracciati di sviluppo ridotto. Si è dato il via alle danze con le prove per allievi e master M/F over 60: a imporsi Pietro Santini (Atl.Alessandria), Susanna Scaramucci (Atl Varazze) e Giorgio Costa (Atl. Alessandria). Nella prova femminile sui 4 km bellissima prova di Valentina Gemetto che ha preceduto Sonia Mazzolini e Sara Borello. 

Nella serie riservata alle categorie Sm 45/50/55 sui 6km impressionante assolo di Massimo Galliano (Roata Chiusani) che ha preceduto un grande Diego Scabbio e un altrettanto valido Massimo Galfrè (Dragonero). La prova di 6km per gli atleti più giovani ha visto una bellissima e incerta lotta che si è risolta a poco più di un km dall’arrivo con la prevalenza di Andrea Seppi (Trieste Atletica) davanti al duo torinese di Atletica Giò 22 Rivera composto da Alessandro Boshis e Paolo Gallo. 

Tra i cadetti sulla distanza dei 2km vittorie per Emanuele Carlo Colombo (Pod. Arona) e di Giorgia Stanchi (Atl. Alessandria). Per le categorie ragazzi e ragazze 1km di sfida e vittorie per Marco Santini e Beatrice Santobello entrambi con il rosso di Atl. Alessandria. Gran finale e spettacolo di agonismo per un centinaio di esordienti impegnati a seconda dell’età su distanze di 400/600/800 metri. Le classifiche per i gruppi più numerosi hanno premiato la Brancaleone Asti davanti ad Atl.  Canavesana e Marat. Genovesi a pari merito. Il trofeo Giacomo per il gruppo con atleti delle categorie giovanili più numeroso è andato ad Atl. Alessandria. Il trofeo A.N.A. (riservato agli Alpini tesserati) ha visto imporsi Rosario Baratono, Guido Castellino, Eufemia Magro e Daniela Bruno di Calarafond