“Sulle Vie del Cortese”. L’incontro tra il Vino Custoza e il Gavi.

0
166

In un mondo che ha sempre più bisogno di gentilezza, “essere Cortese” diventa una scelta di carattere. Un carattere che si esprime in due vini uniti da uno stesso vitigno, il Cortese, appunto, varietà esclusiva del Gavi e una delle quattro principali del Custoza, dove assume il nome di Bianca Fernanda”.

Questo semplice concetto è stato uno dei temi  sul quale si è ragionato all’evento “Sulle Vie del Cortese”, organizzato da AIS Veneto e che ha visto la partecipazione dei Consorzi di Tutela Vino Custoza DOC e Gavi DOCG.

Manifestazione che ha fatto incontrare due regioni di grande importanza per la produzione del vino, il Veneto e il Piemonte, unite da un “fil blanc”. Un’idea di confronto nata a Vinitaly Special Edition 2021 e realizzata per creare una sinergia destinata a durare.

Ad aprire l’evento sono stati i presidenti dei Consorzi di Tutela Custoza, Roberta Bricolo, e Gavi, Maurizio Montobbio, che, nel contesto del convegno moderato dal giornalista Paolo Massobrio, tra i primi a credere nella collaborazione tra le due realtà, hanno eletto “Incontro” e “Cortesia” a parole-guida di questo percorso.

Due vocaboli che uniscono queste due denominazioni, che hanno saputo continuare a puntare sugli autoctoni senza farsi ammaliare dai vitigni internazionali.

Di vini legato alla ristorazione ha parlato Nicola Bonera, curatore della Guida Vitae di AIS, che ha definito questi vini estremamente moderni e contemporanei, belli da raccontare e che, grazie alla loro varietà di interpretazioni, da quelli di annata a quelli da lunghi invecchiamenti, consentono al ristoratore di trovare sempre quel che sta cercando, senza dimenticare il rapporto equilibrato tra qualità e valore. Secondo Costantino Gabardi, consulente strategico e degustatore, “essere Cortese” significa essere rispettosi del consumatore, dell’ambiente e di chi lavora, valori quanto mai importanti oggi. Gavi e Custoza si trovano al centro di questo concetto, inoltre entrambi sono irriproducibili e perfettamente contemporanei in questo momento storico.