Teo. Il tributo a De Andrè dei Keravà, nel paese di papa Francesco

0
907
Teo Foto Massimo Sorlino

Il grazioso borgo di Teo,  piccola frazione di Cabella Ligure, conosciuto per essere il paese che diede i natali alla nonna di Papa Francesco, domenica 19 agosto, alle ore 21,  ospiterà nei prati sottostanti l’abitato, il tributo a Fabrizio De Andrè. In concerto i Keravà; Marco Fibrosi (voce) Massimo Armani (chitarre e bouzuki), Paolo Panigari (fiati),  Andrea Rigosi (tastiere), Ivo Botti (basso), Marco Antoniazzi (batteria) e Daniela Scanu (voce e percussioni),  sette musicisti, provenienti da diverse esperienze, dal pop, alla classica, dal rock, al  blues, uniti dall’amore per la poetica del grande Faber. I Karavà suonano insieme dal 2006 e il loro nome lo hanno “rubato” ad un verso della splendida canzone Khorakhanè, che nella lingua dei rom significa “farò”. E loro molto hanno fatto e molto fanno, per mantenere vivo il ricordo delle melodie del cantautore più amato d’Italia.

Keravà

Apprezzati dalla critica ma, soprattutto dal pubblico, i Keravà nel loro repertorio propongono una vasta selezione di brani, dai più popolari ai più elitari, ecco dunque Marinella che vola in cielo sopra una stella, e Andrea che si è perso e non sa tornare e don Raffaè con il suo completo gessato e il cappotto cammello,  ma anche quella Via del Campo dove si incontrano tante Bocca di Rosa che mettono l’amore sopra ogni cosa e poi le canzoni meno note dove Maria nel sogno scivola tra valli fiorite dove all’ulivo si abbraccia la vite o dove il ladroneTito racconta nel suo testamento, che vuota  in silenzio, le tasche già gonfie, di quelli che avevan rubato. E l’emozione continua con Piero e la sua guerra, i giudici in terra, nel bene e nel male.

Ad introdurre  il concerto sarà la musica di Dj set Oxegen.

Dalle ore 19 sarà in funzione il punto di ristoro.  Al termine della serata il cielo si illuminerà di colori.