Un parroco per tre paesi

0
2049
Mantovana, l'ingresso di Don Enrico Guagliardo
Predosa

Il calo delle vocazioni si avverte di più nei piccoli centri. Per la prima volta nel Comune di Predosa un unico sacerdote servirà tre parrocchie. Don Enrico Guaglirdo, già parroco di Predosa, da sabato sera è anche parroco delle due frazioni Castelferro e Mantovana. Succede all’anziano parroco don Umberto Andreoletti, stroncato l’anno scorso dalla malattia. Ha retto le due parrocchie Padre Domenico Parietari di Capriata d’Orba.

“E’ una scelta necessaria perché ci sono pochi sacerdoti, sempre meno seminaristi, ma dall’esigenza di cambiamento possono nascere opportunità di collaborazione e crescita in unione fraterna”, ha detto il vescovo di Alessandria monsignor Guido Gallese, originario di Genova, ricordando la sua missione di giovane parroco in Val Bisagno. “Era il 1998 eravamo due sacerdoti per 6 parrocchie di altrettanti paesi di circa 300 abitanti, distanti uno dall’altro – ha raccontato – E’ stata un’esperienza impegnativa e bellissima che ha avvicinato le comunità al di là delle logiche di campanile”.

Vista la scarsità di abitanti si era già presa in considerazione l’ipotesi di non assegnare altri parroci a quei paesi, ma di delegare, invece il coinvolgimento della popolazione è stato tale da garantire la continuità. “C’è tuttora il parroco”. Lavorare insieme nella concretezza è il primo pensiero di Don Guagliardo: “Spero che il tappeto rosso delle grandi occasioni sia per il Vescovo, io non sono abituato, farò del mio meglio per riorganizzare gli orari, chiedo collaborazione, la stessa in cui siete maestri alle sagre”. La sfida di una comunità più coesa riparte dall’impegno sociale. “Il paese e le frazioni per la prima volta hanno lavorato insieme alla cena per i terremotati, se collaboriamo per il pane, possiamo riuscirci anche per il pane del Signore”, ha detto il sindaco Giancarlo Rapetti a conclusione della doppia cerimonia.

E’ iniziata alle 20,30 con il benvenuto nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo a Mantovana ed è continuata alle 21,15 nella chiesa parrocchiale Beata Vergine Assunta di Castelferro con la celebrazione della messa.