Una onlus per ricordare Andrea ed Enrico Motta

0
8810
Ragazzi e genitori a Novi pe rla onlus per Enrico e Andrea Motta

Un gruppo di ragazzi del bacino del Novese (tra cui Novi, San Cristoforo, Capriata e Pasturana) ha creato un’associazione no profit in memoria di Andrea ed Enrico Motta di Francavilla.

Padre e figlio, personaggi molto noti a Francavilla Bisio, furono strappati alla vita accomunati da un triste destino l’anno scorso, a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro. Sono proprio gli amici di Enrico, giovani di età compresa tra i 18 e i 20 anni che hanno preso questa iniziativa con il sostegno dei loro genitori, ad aver ideato questa associazione denominata “Arceam” che sta attendendo il riconoscimento ufficiale.

“Eravamo e ci sentiamo ancora oggi legatissimi ad Enrico – spiega Christian Pasquali -. Enrico è scomparso a giugno dello scorso anno e pochi giorni prima, purtroppo era toccato nella stessa maniera a suo padre. Intanto abbiamo trovato appoggio nella Pro loco di Pasturana che ci ha messo a disposizione gratuitamente le strutture per poter organizzare già dal 24 luglio all’11 di agosto l’estate ragazzi, per una fascia di età compresa tra i 4 e i 14 anni”-.

“Tutto questo lo faremo in ricordo di Enrico e di suo padre, autofinanziandoci per acquistare parte delle strutture necessarie. Abbiamo allestito un tendone con calciobalilla e pingpong, tavolini per giochi di società e altro ancora, comprese naturalmente la maggior parte delle iniziative all’aria aperta grazie a un’area polifunzionale. Al momento possiamo contare su 3 soci fondatori e 17 ordinari. Ci aiuteranno anche su 4 cuoche della Pro loco e a turno ci sosterranno anche i nostri genitori”-.

“Noi saremo gli animatori – aggiunge Carola Nicola –. Oltre alle attività in sede pensiamo anche di organizzare gite speciali.  Parte del ricavato dalla nostra attività sarà devoluto in parte per un’associazione che si occupa della lotta contro il cancro. Probabilmente la nostra prima esperienza avverrà a giugno in occasione della festa della birra di Pasturana con un torneo di calcetto il cui ricavato servirà per migliorare le nostre strutture”-.

“Come genitori crediamo in questa idea dei nostri ragazzi – commenta Monica Luce – e ne siamo molto orgogliosi, in quanto con ciò si dimostra che nei giovani non esiste solo negatività come qualcuno vorrebbe far credere, ma sopravvivono ancora molti valori, come testimonia la nascita di questa associazione”-.

“Siamo ancora in attesa del riconoscimento ufficiale che tarda ad arrivare – conclude Ginevra Krbavcic – ma siamo fiduciosi e in ogni caso andremo avanti con le nostre idee”-.