Vignole Borbera: il monossido assassino uccide tre persone

0
538

Sono morti intossicati dal monossido di carbonio, a causa del malfunzionamento della caldaia a metano, Luca Baroni, 47 anni, trasportatore, il figlio Mattia di 20 anni e la compagna dell’uomo, Mariangela Mele 44 anni, parrucchiera a Gavi, mamma di una bimba di 10 anni, avuta dal precedente matrimonio.

La famiglia abitava a Vignole Borbera, in località Mulino 9. E’ probabile che la morta risalga alla notte, ma i corpi sono stati rinvenuti sono oggi pomeriggio intorno alle 15, quando i vigili del fuoco di Novi Ligure sono entrati nell’abitazione, allertati da una segnalazione.

Inutili i i soccorsi dei sanitari del 118 che hanno solo potuto constatarne il decesso.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Serravalle, che stanno verificando le ragioni della tragedia, che a una prima analisi  pare sia dovuta alla fuoruscita dalla sede del tubo di aspirazione.

Le salme sono state trasferite all’ obitorio di Novi Ligure per gli accertamenti di rito.