Sabato 17 novembre:

U 14: Sicuramente una buona presentazione quella di sabato a Biella contro il Bielle 1977. Un’azione personale di Francescon ha dato agli Aironi i primi 7 punti dell’incontro, conclusosi poi con il punteggio di 24 a 43 per noi. A segno, oltre a Francescon ,(4 mete), anche Zito, Faraci e Riella con trasformazioni di Faraci e Leone. “Sapevamo che era solo questione di tempo: i ragazzi sarebbero riusciti a mettere a frutto l’intenso lavoro svolto in allenamento”, hanno dichiarato i coach Alessandro Morello e Bruno Nosenzo. Il prossimo appuntamento sarà il 2 dicembre al CUSPO Rugby Park, contro il Cuneo. 

Domenica 18 novembre:

Serie C2. Ancora una battuta d’arresto tra le mura amiche, ad ottenere la vittoria con bonus è stata la squadra cadetta del Recco (19-32). Partono bene i cussini, che per tutta la partita faranno soffrire gli avversari in mischia chiusa, ma al 10’ il Recco beneficia di un calcio di punizione e si porta in vantaggio. Il CUS si riporta in attacco, ma su una non preciso calcio di liberazione, subisce il veloce contrattacco degli avversari che vanno in meta e trasformano.  Recco segna ancora e trasforma con una ripartenza dai suoi 22 metri. Prima termini la prima frazione di gioco i contendenti mettono a segno un calcio di punizione a testa e fermano il punteggio sul 17 a 3 per il Recco.

Nella ripresa gli universitari accorciano le distanze ancora su punizione e subito dopo un secondo calcio da metà campo va fuori di un soffio. Il Recco incrementa il punteggio con una punizione ed una meta trasformata, il CUS risponde con altre due punizioni messe a segno da un Lava molto preciso al piede.

Prima della fine c’è ancora il tempo per la quarta meta, non trasformata, da parte del Recco, che fa guadagnare ai liguri il punto di bonus e per la meta cussina di Capato trasformata ancora da Lava.

Per il CUSPO la consolazione di aver prevalso nel punteggio parziale della seconda frazione, reazione positiva che induce ottimismo per affrontare il girone di ritorno. 

Black Herons: Gli Aironi Neri escono pesantemente sconfitti dal campo dell’Union Riviera Rugby (Imperia) 55 a 7: mai in partita, se non negli  ultimi 10 minuti del primo tempo, quando riescono a segnare una meta. Per il resto vengono concessi ampi spazi di manovra ai più determinati liguri, che inevitabilmente vanno spesso a segno. Severo il commento del tecnico CUSPO Lorenzo Nosenzo che con Enrico Pizzorni allena il sodalizio: Non abbiamo giocato a Rugby per 50 dei 60 minuti del match. Scesi in campo scarichi e con poca voglia di fare abbiamo concesso troppo ad una squadra decisamente alla nostra portata. In settimana affronteremo la questione coi ragazzi: devono aver chiaro che se si possono comprendere gli errori tecnici o  tattici. Ma per gli atteggiamenti negativi e la mancanza di voglia in campo non ci sono giustificazioni.”

Il raggruppamento casalingo al CUSPO Rugby Park di Giarole per le ‘under’ 6-8-10 ha visto una nutrita partecipazione di ragazzi e di famiglie che hanno risposto all’evento sportivo dedicato ai più giovani della palla ovale. Al di là dei risultati i ragazzi si sono divertiti dall’incontro-scontro con tanti amici rugbisti. Il bilancio è sicuramente di una grande giornata di sport vero e proprio, in cui ciò che contava veramente era lo stare insieme e la crescita delle squadre e dei singoli. Insieme alla squadra CUSPO della Rugby Academy c’eranio l’Asd P. Santa Rita Junior Rugby, il RSA rugby Sant’Andrea, l’Acqui Rugby Septebrium, il Chieri Rugby, la Junior Asti Rugby e il Volvera Rugby ASD. Di seguito un breve resoconto in base alla categoria: 

U6: Tra gioco ed agonismo i nostri piccoli Aironi si sono destreggiati negli incontri con gli avversari con impegno e divertimento. 

U8: Dal raggruppamento di Biella qualche sorriso per i piccoli Aironi che nonostante due sconfitte contro Chieri e Asti, cominciano ad esprimersi come una squadra. I’impegno profuso durante gli allenamenti si concretizza con la bella vittoria contro Volvera ed il pareggio nel derby con la più  rodata S Rita. Tanto lavoro ancora da fare ma arrivano finalmente i primi riscontri.

U10: Dopo una settimana dura di allenamenti e con vari problemi logistici il lavoro ha dato i primi frutti, il miglioramento dalla scorsa settimana si è fatto vedere con due partite vinte, una pareggiata e due perse. Il duro lavoro è ripagato dal gioco dei ragazzi. 

U12: Raggruppamento sul campo degli amici dell’Acqui Rugby insieme a RSA Rugby Sant’Andrea, ASD P.  Santa Rita Junior Rugby, Junior Asti Rugby e Volvera Rugby ASD

La giornata si potrebbe riassumere in un lapidario: c’è ancora da lavorare. CUSPO ha iniziato bene con Acqui e Asti, ma poi l’Under 12 si è spenta, soprattutto per mancanza di fiducia: devono crederci di più, perché si demoralizzano alle prime difficoltà. “Bisogna lavorare più sul carattere”.