L'area della pro loco

Sono già più di 400 le firme in calce alla petizione on line lanciata da un gruppo di abitanti di Voltaggio, riuniti nel gruppo Voltaggio di tutti per tutti, per chiedere al Comune di destinare parte dei fondi ottenuti dal Patto per il territorio all’area della pro loco. I circa 4 milioni arrivati dallo Stato e riferiti al Terzo valico devono infatti essere utilizzati anche per il turismo e l’amministrazione comunale ha proposto una serie di progetti che riguardano, sotto questo aspetto, il convento dei frati cappuccini con la Pinacoteca e il palazzo della Duchessa. La firma sulla ripartizione dei 49milioni totali fra gli undici Comuni è avvenuta alla fine dello scorso anno e i progetti sono stati considerati positivamente dal commissario del Terzo valico, Carmelo Mauceri. I promotori della petizione però sostengono che una quota dei fondi vada destinata all’area gestita dalla pro loco, dove in estate si radunano turisti e villeggianti oltre ad altrettanti voltaggini, anche grazie alla presenza della piscina. La struttura gestita dalla pro loco, ricordano i promotori, “è il cuore pulsante del paese. Gli impianti gestiti dalla Proloco ospitano campi da tennis, beach volley, minigolf, calcetto, bocce e che si trovano a ridosso della piscina naturale.

La Pinacoteca di Voltaggio

Questa struttura, che è proprietà del Comune, ormai da molti anni necessita di importanti interventi strutturali, ma non sono mai stati stanziati fondi tanto importanti per manutenerla a fondo, metterla a norma o apportare significanti migliorie necessarie. Inoltre non è mai stato chiaro a quale ente dovesse spettare. Non risulta esserci, infatti, un accordo chiaro firmato da proprietario e gestore, che possa permettere di attribuire a ognuno precise responsabilità e impegni affinché i lavori necessari, strutturali e di manutenzione, vengano eseguiti”. “In questo momento – recita la petizione -, in cui vi sono importanti risorse economiche disponibili per riqualificare il nostro paese, considerando e riconoscendo la fondamentale importanza che riveste la Proloco per l’economia di Voltaggio, in quanto centro di aggregazione e motivo di turismo sul nostro territorio, chiediamo che si crei un tavolo di lavoro dove vengano definiti gli impegni del Comune e della Proloco. Chiediamo anche che venga creato un progetto per la riqualificazione e la messa in sicurezza delle strutture esistenti così da poter destinare le opportune risorse agli impianti della Proloco”.

I promotori della petizione precisano che la loro iniziativa “non è contro il Comune ma vuole piuttosto esortare sia l’amministrazione comunale sia la pro loco a intervenire sull’area in questione e a fare chiarezza sui rispettivi ruoli”.