Wolves Serravalle sfavillante e terzo posto blindato

I rossoblù staccano di 41 punti gli eporediesi e mettono a referto ben 5 giocatori in doppia cifra. Serravallesi che allungano su Cuneo e la stessa Ivrea

0
1306

Partita senza storia e praticamente perfetta per i Lupi rossoblù del Basket Serravalle che regolano con ampio margine la compagine bianconera di Ivrea arrivata a Serravalle pronta a giocarsi le ultime chance di avvicinare in classifica i Serravallesi e giocarsi il terzo posto assoluto al termine della stagione regolare.

In una partita che si presentava tutt’altro che semplice per i padroni di casa e non solo per il valore degli avversari ma anche per la necessità di trovare nuovi equilibri di gioco dopo i recenti cambi nel roster a disposizione di coach Gatti e con Poggi ai box per smaltire l’infortunio rimediato a Settimo Torinese  che lo terrà lontano dal campo ancora per qualche settimana, i rossoblù giocano 40 minuti di intensità e qualità facendo, fin dalle prime battute, girare a proprio favore il vento della partita.

Il più 41 finale è emblematico di un andamento a senso unico della gara con i padroni di casa che vincono tutti i 4 parziali della gara portando ben 5 giocatori in doppia cifra ed il parziale del primo quarto di gioco (33 a 14) per i rossoblù sta ad indicare quanto la partita si sia fin da subito incanalata sui giusti binari per i ragazzi di coach Edo Gatti.

Ivrea prova a resistere alle folate rossoblù in particolare con Ramella, Fancelli e Manfrè che hanno provato a tenere gli ospiti in partita ma i rossoblù non hanno mai ceduto e non hanno mai lasciato margini ad un possibile recupero degli ospiti guidando sempre nel punteggio ma, soprattutto, mettendo in mostra un gioco collettivo con la difesa aggressiva ed attenta e l’attacco preciso e con responsabilità ripartite su tutti i giocatori scesi in campo.

Statistiche impressionanti al tiro per Serravalle che chiude il match con il 60% da 2, il 35% da 3 e il 90% ai liberi e 45 rimbalzi chela dicono grossa su come la partita si sia sviluppata.

Ma oltre ai semplici e freddi numeri ciò che ha ben impressionato è la capacità di leggere la partita da parte dei serravallesi andando spesso a trovare il varco nella difesa ospite con pazienza e, in non poche occasioni, si sono viste azioni con una buona circolazione di palla che è passata nelle mani di tutti i giocatori prima di arrivare nelle mani dei finalizzatore di turno.

Difficile dare la palma del migliore in campo in una partita che è stata vinta soprattutto dal collettivo: Mozzi padrone del pitturato su entrambi i lati del campo è stato autore di una delle migliori prestazioni della stagione e lo stesso si può dire per Marotto, sempre positivo quando gioca contro la formazioni in cui ha iniziato a giocare con la palla a spicchi.  Fernando Becerra, dopo qualche settimana di allenamento, sta dimostrando non solo di essere il giocatore di indubbia qualità e mezzi tecnici che tutti conoscono e gli riconoscono ma anche di aver portato una carica di esperienza alla causa rossoblù. Banin ha confermato le buone prestazioni che da qualche tempo sfodera ed oltre ad indossare i panni del regista che detta i tempi per la squadra ha confermato di essere solido in difesa e prezioso ed efficace in attacco.

Menzione speciale, però per Andrea Chiappino. L’under di scuola rossoblù non ha solo disputato la “solita” partita aggressiva e tenace in difesa con il risultato di aver praticamente tolto dalla gara il play ospite novarese, che è uno dei pezzi forti e uno dei maggiori realizzatori di Ivrea, ma ha anche dato un grande contributo in attacco con i 15 punti messi a referto a fine gara e con molto lavoro, spesso oscuro, svolto a favore dei compagni di squadra.

Da segnalare, infine, la buona prestazione anche degli altri giovani under schierati da coach Gatti e la nota di esperienza di Stefano Baiardi che ha accettato di unirsi al roster rossoblù per questo finale.

Con i risultati maturati nella giornata appena conclusa, che ha visto in testa la Fortitudo Alessandria vincere sul campo della capolista Reba con ampio margine ma senza ribaltare la differenza canestri rispetto alla gara del girone di andata e le sconfitte di Cuneo e Rivarolo che inseguono Serravalle nelle posizioni dalla quarta alla sesta piazza, pare che i primi tre posti della classifica finale della stagione regolare siano praticamente assegnati mentre dietro è aperta la lotta per aggiudicarsi una delle altre cinque poltrone che danno acceso ai play-off e che evitano il purgatorio dei play-out con 8-9 squadre a giocarsi questa possibilità.

Per i Lupi il prossimo impegno è in trasferta a Pino Torinese e poi ancora in trasferta con Trino prima di tornare al PalaPatri per il match contro Pinerolo.

Wolves Serravalle: Chiappino 15, Parodi 1, Magrassi 2, Camera, Bonadeo 6, Banin 10, Scotto 5, Baiardi, Becerra 20, Marotto 16, Mozzi 19. All. Gatti

Lettera 22 Ivrea: Novarese 3, Burrone 1, Manfré 14, Massa, J. Castello 2, Ramella 9, Fancelli 14, Monfroglio 2, Tahir, Tampellini 8. All. Micheletto