Primo appuntamento presso il Teatro della Juta di Arquata Scrivia, per l’Orange Off, ovvero la serie di spettacoli dell’Orange Festival che non rientra nel cartellone della stagione. Sarà la Compagnia del Barchì ad aprire le danze, facendo da buona padrona di casa essendo arquatese.

Sabato 18 novembre sul palco andrà in scena la commedia dialettale “I Bruciamonti”. La famiglia Bruciamonti  è apparentemente una famiglia normale,  o almeno così vorrebbe il capofamiglia Giorgio Bruciamonti, ma ogni giorno, è costretto a sopportare le manie e le illusioni delle figlie. 

Norma crede di essere una cantante e Gioconda pensa solo alla pallavolo, tutte e due sostenute dalla madre Aida. Il tutto e’ condito dalla fissazione del vecchio nonno per la Lirica, che non si esprime in altro modo che cantando arie operistiche. Da non dimenticare la Servetta Medea con la terribile caratteristica di rompere ogni cosa e a combinare guai.  Un giorno arriva in casa Bruciamonti il cronista RAI Giulio Barone per registrare un intervista da inserire in un programma radiofonico dal titolo “Le Belle Famiglie d’Italia”.

Claudio “Kec” Bottaro e Antonella Motto in scena

Tutto sembrerebbe facile ma le terribili caratteristiche e doti della famiglia Bruciamonti emergeranno creando una serie di inenarrabili guai al povero Cronista inconsapevole. A tutto questo si aggiunge il fidanzato della figlia.

In scena:  Carlo Bassano, Maria Teresa Zanutto Rouge, Francesca Giordano, Antonella Motto, Claudio Bottaro Kec,  Gabriele Bianchi,  Andrea Bernuzzi, Danila Nieddu.