Dal paradiso all’inferno c’è solo un passo si dice. Lo sanno i grigi dell’Alessandria che ieri sera sono stati sconfitti 1-0 dalla Cremonese nella partita che avrebbe potuto sancire una chiusura netta alle speranze delle inseguitrici e invece rilancia quelle della stessa formazione lombarda, brava e meritevole dei tre punti che consentono a Brighenti e compagni di salire a -6 dall’Orso.

Braglia opta per la presenza in campo di Gonzalez dal primo minuti, sebbene l’argentino non sia ancora al 100% la partita è troppo importante, ma i grigiorossi mettono subito in chiaro le proprie intenzioni con un inizio sfolgorante: Perulli ci prova dalla media distanza, palla sulla traversa che torna buona per Brighenti il quale trova l’opposizione di Vannucchi, ma è ancora Scarsella che calcia, senza fortuna.

Alessandria sorpresa e subito in affanno dietro al ritmo indiavolato ed intraprendente della Cremonese. Al 15° si rivede Scarsella che di testa chiama ancora all’intervento il numero uno alessandrino. I locali fanno la partita, l’Alessandria fatica e opta per il contenimento, puntando sulle ripartenze di Gonzalez e Iocolano, ma i lombardi attaccano con grande organizzazione e al 19° sfiorano ancora il gol con Scarsella che controlla male una gran palla di Brighenti in posizione ottimale.

Al 21° si vedono finalmente i grigi in avanti, ma il tiro di Cazzola esce senza impensierire Ravaglia. Ma è la Cremonese che spinge e mette alle corde gli alessandrini che resistono sospinti dai 1.700 tifosi al seguito. Al 26° e al 32° è Brighenti che rinnova il duello con Vannucchi, bravo a disinnescare due conclusioni del bomber grigiorosso. L’ultima occasione del tempo è per Branca che in area di rigore sparacchia alto sprecando una buona occasione.

La ripresa inizia nel segno del nervosismo. Molti i falli e gioco spezzettato. Il primo lampo, però è quello che fulmina i grigi. Al minuto 63 infatti la Cremonese si avvale di un tiro di punizione poco fuori l’area piemontese. Brighenti calcia, palla deviata e Vannucchi preso in netto controtempo non può far altro che osservare la palla entrare alle sue spalle. Tre minuti dopo Stanco raddoppia, ma la sua posizione è ampiamente in fuorigioco.

L’Alessandria prova a scuotersi, Gonzalez mette un pallone molto insidioso che non trova l’intervento di nessun compagno. I minuti passano, i grigi latitano e la Cremonese ha buon gioco nel tenere palla senza rischiare nulla. Finisce 1-0 senza sussulti, anzi con l’espulsione (evitabile) di Nicco dalla panchina per qualche parola di troppo al direttore di gara.

Per i grigi urge una cura di fiducia, certo il margine di vantaggio è ancora rassicurante e gli scontri diretti sono finiti, ma la notizia è che l’Alessandria li ha persi tutti. Nel capoluogo tutti sperano che sia finito questo periodo terribile, che ha ridato speranza alle inseguitrici. Domenica in un Moccagatta che si prospetta pieno, arriva il Tuttocuoio, squadra alla ricerca di punti salvezza e che all’andata venne travolta 4-1 da Iocolano e compagni.

Il timore che tutto possa finire come le ultime stagioni, con i grigi per larga parte dell’anno lassù a dominare salvo poi crollare in primavera, non c’è quest’anno. La squadra è certamente la più forte degli ultimi anni, e le avversarie faticano a trovare continuità. Per i grigi oggi come non mai il destino è nelle proprie mani.

Cremonese: Ravaglia, Salviato, Belingheri, Brighenti (C, dall’89’ Lucchini), Stanco (dal 79′ Scappini), Marconi, Pesce, Perrulli (dal 72′ Moro), Canini, Scarsella, Ferretti.
A disposizione: Bellucci, Galli, Procopio, Cavion, Maiorino, Talamo, Porcari, Bastrini, Redolfi. All. Sig. Attilio Tesser.

Alessandria: Vannucchi, Celjak, Cazzola, Iocolano (dal 67′ Rosso), Piccolo, Marras (dal 75′ Sestu), Gonzalez (C), Barlocco, Gozzi, Branca, Bocalon (dal 64′ Evacuo).
A dispsoizione: La Gorga, Manfrin, Mezavilla, Piana, Nicco, Fischnaller, Sosa, Nava. All. Sig. Piero Braglia

Arbitro: Sig. Giuia di Olbia
Assistenti: Sigg. Cipressa di Lecce e Scarpa di Reggio Emilia

Reti: 63′ Brighenti (C)
Ammoniti: Marconi, Ferretti, Canini – Iocolano, Barlocco, Piccolo
Espulsi: 85′ Nicco (A) dalla panchina.