Comincia nel migliore dei modi il nuovo anno per il Basket Club Serravalle che aveva chiuso il 2017 con l’inaspettata e scottante ko rimediato contro l’ultima della classe, Cuneo. Al PalaPatri arrivava la Lettera 22, che evoca il nome della città di Olivetti e della celebre macchina da scrivere. Due elementi che riconducono inevitabilmente alla città di Ivrea.

La gara è piuttosto equilibrata, francamente tutt’altro che spettacolare, ma Serravalle riesce a spuntarla di esperienza e con un po’ di furbizia. Dopo un primo quarto che si chiude sul 20 a 20, nel secondo periodo i Lupi mettono le marce alte e allungano piazzando un parziale di 19-7 che consente loro sostanzialmente di vincere la gara, anche perché sono bravi durante la gara a tenere sempre gli avversari ad almeno 9 punti di distacco.

Al rientro dalla pausa lunga Ivrea cerca di rientrare, ma Serravalle concede solo due punti in più agli avversari. Il terzo quarto è il più brutto, con tanta fase muscolare, squadre ancora evidentemente fuori forma e tanti canestri sbagliati da entrambe le parti. La gara si chiude ad inizio dell’ultimo periodo quando la Lettera 22 sostanzialmente si auto elimina. Prima Saccomani si fa espellere per alcune frasi irripetibili rivolte ad uno degli arbitri, poi Barraz commette il quinto fallo e gli eporediesi perdono due dei propri uomini  chiave. Serravalle ne approfitta e arriva fino al +20, salvo poi schierare un po’ di ragazzi che hanno giocato meno e tornare ad un gap più onorevole per gli avversari. Finisce 67-56 per i locali che tengono la testa della classifica insieme a Ghemme e si preparano ad affrontare l’ultima gara del girone di andata contro il Laura Vicuna.