La quinta giornata di campionato in Serie D è ancora avara di punti per le alessandrine con il solo Castellazzo che può dirsi soddisfatto della propria partita. I biancoverdi di mister Merlo, sono andati in Lombardia per affrontare l’Olginatese, squadra quadrata e ben organizzata. Obbiettivo chiaro, ma non espresso a parole, cercare di fare punti a tutti i costi.

Anche a costo di essere brutti, così il Castellazzo impatta 0-0 ergendo un muro impenetrabile per le maglie bianconere, che sfiorano comunque il vantaggio in almeno tre occasioni nel primo tempo. Alla fine un punto d’oro per i piemontesi che aldilà delle critiche e di tutte le considerazioni del caso, a questa squadra servono punti salvezza ed essere riusciti a strapparne uno fuori casa tiene corta la classifica e può rappresentare un nuovo inizio per Piana e compagni.

Peggio va al Calcio Derthona che ospitava i neo promossi dell’Arconatese. Partita giocata male dai leoni bianconeri che vengono mandati al tappeto da un uno-due degli oroblù lombardi. Doppietta di Laraia che nella ripresa,  prima fa lo slalom fra i difensori del Derthona, lasciandoli uno dopo l’altro sul posto; poi con la squadra tortonese sbilanciata in avanti alla ricerca del pari, arriva il raddoppio con un contropiede chirurgico che a cinque minuti dal triplice fischio chiude i conti.

Poca grinta, giocatori spaesati e un brutto Derthona perde la quarta partita su cinque giocate. Un ruolino da brividi per la squadra di mister Visca che dovrà trovare una quadra. L’Arconatese invece fa il suo dovere, mettendoci attenzione e sbancando il Coppi.