Mai come ora il tema dell’immigrazione e del “altro” è centrale nel dibattito pubblico del Paese. Per questo ad Arquata Scrivia, venerdì 17 alle 21, presso il Teatro della Juta si terrà una serata dedicato all’approfondimento sulle pratiche di accoglienza delle persone richiedenti asilo. A volerla è Abc (Arquata Bene Comune), il movimento politico divenuto associazione (ma comunque sempre impegnata politicamente) fondato da Diego Sabbi, consigliere di minoranza del Comune di Arquata.

La serata vedrà la partecipazione di diverse figure che affrontano quotidianamente le problematiche legate al tema dei profughi e dei richiedenti asilo. Fra questi Ahamed Osman, mediatore culturale, interprete di lingua araba nonché insegnante; Mara Alacqua, presidente dell’associazione Cambalache di Alessandria e titolare di alcuni progetti Sprar di accoglienza; Claudio Amerio, referente del progetto Maramao della cooperativa Crescere Insieme.

A condurre e moderare l’evento sarà Paola Sultana, referente legale di Libera, mentre a dare un tocco d’autore ci penserà Federica Sassaroli con letture sul tema.

L’idea della serata nasce dalla voglia del gruppo di sfatare alcuni falsi miti, di chiarire alcuni punti che spesso vengono mescolati e soprattutto far comprendere che non è da chi fugge da guerra, fame, sete, dall’oppressione dei diritti fondamentali che ogni essere umano agogna, che bisogna diffidare. Anche perchè, probabilmente, siamo proprio noi stessi ad esserci dimenticati del valore di quei diritti e di quanto sia costato ad altre persone, permetterci di goderne oggi, lottando per essi, ieri.