Il Casale torna a vincere dopo tre partite e lo fa contro un avversario molto difficile com’è il Borgosesia, squadra impegnata nella rincorsa per un posto ai playoff. Con la nebbia a farla da padrone Rossi schiera una squadra ben bilanciata, con Dansu e Garavelli a fare da scudo alla difesa e il solo Cardini in attacco.

Il gol arriva in apertura con i nerostellati partiti col piglio giusto. Al 5° Cardini “sente” l’arrivo di Dansu alle sue spalle al limite dell’area e lo serve con un colpo di tacco. Il centrocampista può inserirsi in area e battere Libertazzi in uscita bassa. I casalesi da qui gestiscono con grande saggezza il gol, concedendo pochissimo ai valsesiani che si vedono in avanti con una punizione di Perez (alta) e un colpo di testa di Zamparo che non inquadra la porta.

Nella ripresa Perez sfiora il pari con una conclusione dal limite, ma Carlucci vola e salva il risultato. Il Casale si vede poco in avanti, ma ogni folata nerostellata è un possibile gol. Birolo si propone con un destro a fil di palo, ma Libertazzi c’è e si ripete poco dopo su Pavesi, anticipandolo in uscita. Ancora Kerroumi tenta di chiudere i conti, ma il portiere granata è super nel respingere in tuffo. Finale thrilling quando al 90° Zamparo va a terra, l’arbitro indica il dischetto, ma fortunatamente per i casalesi, l’attaccante borgosesiano era in posizione di offside prima del fallo. Nulla di fatto.

Soddisfatto Ezio Rossi a fine gara: “Ci siamo guadagnati questa vittoria, il Borgosesia è una grande squadra, a mio parere quella che gioca meglio in campionato, ma siamo stati cinici e abbiamo mostrato grande cuore”.