La lunga corsa ha pagato le ragazze della Novi Pallavolo Femminile che con lo 0-3 rifilato a Cogne e il contemporaneo ko di Vercelli in quel di Almese, centra il primo obbiettivo stagionale a due partite dalla fine della stagione regolare. 

In un palazzetto dello sport valdostano che sembra in realtà quello di casa vista la mobilitazione di massa dei tifosi biancorossoblù, le Grapes giocano una gara attenta e non cadono nell’errore di sottovalutare una squadra come quella cognina in piena lotta per la salvezza e decisa a non mollare fino alla fine.

Primo set che vede un avvio “diesel” delle novesi che vanno sotto 3-0, poi rimontano, ma le valdostane tengono duro e portano il confronto fino al 16-16 quando le ragazze di Astori trovano il break decisivo che consente loro di aggiudicarsi il periodo 21-25. 

Secondo set che invece le novesi gestiscono con autorevolezza e mettono subito la testa avanti, dominando le avversarie, mai realmente insidiose e regolate 19-25. Terzo e ultimo set che si gioca con le Grapes che ripartono forte mettendo un bel break fra sé e le locali, ma vengono rimontate intorno ai 10 punti, arrivando poi a giocarsi la vittoria finale con uno strappo che fa volare le novesi sul 20-25. Onore delle armi a Cogne che ha due gare ora per cercare di mantenere la salvezza, mentre Novi dopo aver ringraziato Almese, ora avrà altrettanti matches per provare anche il sorpasso al secondo posto.

Estremamente soddisfatta la presidente Elena Selmi: “Una stagione straordinaria non solo per la prima squadra ma anche per le categorie giovanili che stanno ben figurando tenendo alto il prestigio del volley novese (domenica mattina la formazione under 12 4×4 ha raggiunto per il secondo anno consecutivo la final six) a dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto da tutti i nostri tecnici. La prima squadra ha raggiunto un obiettivo importante che ad inizio stagione forse eravamo/erano in pochi a crederlo possibile, ma il lavoro e la forza di questa squadra e – aggiungo con orgoglio – di questa società lo ha reso possibile. Un grazie a parte va ai nostri tifosi, alle bimbe e ragazzine che hanno seguito la squadra fino ad Aosta, a tutti coloro che ad ogni incontro riempiono il palazzetto e la Rodari di sano entusiamo e coloratissimo tifo. Però la stagione non è terminata, ci attendono ancora altri incontri che saranno determinanti per portare a termine un sogno”.