Il Derthona Basket si prende il quarto derby su quattro giocati in questa stagione contro la Junior Casale. I monferrini patiscono maggiore freddezza e tenuta soprattutto mentale della partita. Pur vicini nel punteggio infatti, Tortona è parsa nettamente superiore (e altrimenti cosa ci sta a fare la classifica che evidenzia 12 punti in più dei bianconeri) e sempre in controllo della gara.

Nella prima parte in ogni caso Casale tiene bene il campo, pur restando sempre sotto, chiude il primo quarto 13-15 con la tripla di Conti nel finale che ribalta una partenza in cui i rossoblù erano rimasti punto a punto ed erano stati anche avanti con una bella tripla di Blizzard. Al rientro sul parquet del PalaFerraris nessuna delle due compagini riesce a dare la spinta decisiva. La Junior prova a dare lo scossone con Tolbert e Severini, ma la difesa tortonese capisce l’antifona e rinuncia allo spettacolo per diventare pratica e tiene il vantaggio, seppur risicato 26-27 alla fine del quarto.

Il cambio campo è il momento decisivo. Il Derthona inizia a trovare medie realizzative importanti. Cosey stampa subito la tripla del +4, e prendono coraggio e possesso del campo con una difesa attenta e attacchi chirurgici che fendono la difesa locale che va un po’ in confusione fino al 38. Cosey e Greene tirano i bianconeri che poi tengono bene sul ritorno dei casalesi che rosicchiano qualcosa, ma rimangono a distanza di sicurezza all’ultimo break (44-54).

L’ultima frazione di gara vede i rossoblù provare a rientrare in gioco, ma è troppo tardi. Tortona ha preso fiducia, e al momento positivo dei padroni di casa risponde Ricci con 5 punti di fila che portano i leoni al massimo vantaggio sul 53-64. La Junior prova allora il tutto per tutto e mette in difficoltà i bianconeri. Tomassini e Blizzard sono i più lucidi e autori di una mini rimonta che fa tornare i rossoblù fino al -4 a un minuto dalla fine. Si arriva agli ultimi secondi, Green fa 1 su 2 dalla lunetta e allora Tomassini prova ad accorciare, ma la sua tripla non va. Termina 68 – 76 con due punti d’oro per il Derthona che tiene il fiato sul collo a Biella e rinsalda la seconda posizione. Per Casale invece guarderà con interesse i match di Siena e Gas & Power Roma che potrebbero riacciuffare i rossoblù.

Nel post gara coach Cavina ha commentato: “Abbiamo avuto una grande presenza a livello fisico. Il minibreak che abbiamo subito a 5 minuti dalla fine è stato il momento cruciale. Ho preferito abbassare il quintetto, ma aumentare l’energia perché in questa gara ci voleva dinamismo. Loro fortissimi in difesa, noi non troppo bene da 3, ma sono molto contento proprio per la voglia e la determinazione. Per fare bene nel resto della stagione dovremo mantenere questa fisicità”.

Diverso ovviamente l’umore di Ramondino: “Siamo stati troppo timidi di fronte a un Derthona che ha giocato molto bene in difesa obbligandoci spesso a forzare il tiro. Dobbiamo migliorare dal punto di vista dell’ansia, ci siamo fatti prendere dall’agitazione e ci siamo affidati solo a Blizzard e Tomassini. Ci serve più coraggio anche se so che in alcuni momenti la palla può pesare molto in mano, ma se non ci prendiamo i tiri, il nostro gioco diventa prevedibile”.

Junior Casale – Derthona Basket: 68-76 (13-15; 26-27; 44-54)

Junior Casale: Tolbert 14, Nikolic 3, Denegri, Tomassini 16, Natali 2, Blizzard 13, Di Bella 7, Martinoni 8, Severini 5, De Ros ne, Bellan ne, Ielmini ne. All. Ramondino

Derthona Basket: Greene 17, Cosey 18, Alviti 5, Ricci G. 17, Sanna, Taverna ne, Conti 3, Mascherpa, Ricci F. ne, Garri 14, Apuzzo ne, Cucci 2. All. Cavina