Il Calcio Tortona agguanta il secondo posto. Bonbonasca: un poker per la salvezza

I tortonesi si impongono sul Corneliano e complice il pari del Saluzzo si pongono nella migliore posizione per affrontare i playoff. Castellazzo pari festoso con la Cheraschese. Bonbonasca a valanga sul Benarzole

0
997

Finale di stagione spetaccolare per il Calcio Tortona che vince e sale al secondo posto in classifica nell’ultima giornata di campionato di Eccellenza, girone B. I tortonesi si impongono sul Corneliano Roero con un inglese 2-0 firmato da da Merlano al 4° e Rolandone all’80°. Un risultato che alla luce del pareggio del Saluzzo contro l’Albese, in cerca di punti salvezza, consente ai bianconeri di affrontare da assoluta favorita gli spareggi promozione.

I tortonesi chiudono la stagione regolare con 54 punti, due in meno dei campioni del Castellazzo, ma soprattutto terminano una cavalcata iniziata dopo un avvio di stagione che definire disastroso è poco. 9 punti in 14 partite e ultimo posto. Proprio la sfida contro i prossimi avversari nei playoff, la Cheraschese, segnò un’inversione di tendenza netta. Da lì arrivano ben qualcosa come 14 vittorie in 18 gare, una scalata irresistibile in cui spiccano le vittorie su Saluzzo e Castellazzo. Contro i prossimi avversari, la Cheraschese il trend è nettamente positivo con una vittoria e un pareggio. 

Festa grande ad Alessandria, per la Bonbonasca che travolge 4-0 il Benarzole e festeggia la salvezza  diretta. Partita che i gialloblù tengono bene in pugno dopo una mezzora di equilibrio in cui comunque sono gli alessandrini a cercare con insistenza la porta biancorossa. Il vantaggio arriva al 33° con Massaro che trova il varco giusti e fredda il portiere avversario. Passano sette minuti e arriva anche il gol di Lewandoski che su calcio di rigore non sbaglia.

Si va al secondo tempo che gli alessandrini iniziano fortissimo, chiudendo virtualmente la gara in maniera apparentemente semplice: ancora Lewandoski controlla e calcia dal limite dell’area, nulla da fare per il portiere e 3-0. Quattro minuti dopo Ugali pennella un calcio di punizione per il poker gialloblù che fa partire la festa sugli spalti e poi negli spogliatoi al triplice fischio del direttore di gara.