Il cambiamento che farà rinascere la città secondo Nuova Tortona

Giovedì 25 maggio si sono riuniti gli appartenenti alla lista civica che rappresenta quasi il 7% dell'elettorato tortonese

0
1397
Nuova Tortona

A Tortona c’è bisogno di un progetto efficace per risollevare la città dalla crisi, dalla disoccupazione e dalla povertà e per affrontare con efficacia le problematiche che preoccupano i cittadini, come quelle legate alla sicurezza, alle emergenze ambientali, ai servizi ospedalieri e sanitari. Se n’è parlato giovedì 25 maggio durante una riunione degli appartenenti alla lista civica Nuova Tortona.

Il movimento “Nuova Tortona”, fondato nel 2008 da Alberto Balduzzi e Fabio Morreale, è nato dall’esigenza di una proposta cambiamento per Tortona.

«Una proposta che sia al di fuori da ogni schema di partiti – dice Fabio Morreale – che, come si è visto in questi ultimi anni, purtroppo hanno fallito, procurando una sempre più difficile e degradante situazione strutturale cittadina. La lista civica “Nuova Tortona” dalle ultime elezioni amministrative è di diritto la quarta forza di espressione popolare cittadina, avendo ottenuto quasi il 7 per cento dell’elettorato tortonese».

Durante l’incontro si è parlato della crisi socio-economica e di varie altre problematiche che interessano la città: la grave soglia di povertà, la sicurezza pubblica, il perdurare del periodo di crisi economico-occupazionale, il mondo giovanile, i difficili momenti collegati all’ambiente e alla eco-sostenibilità, l’ospedale di Tortona e la preoccupazione legata al rilancio cittadino, che sembra essere sempre più lontano.

«C’è, da parte di tutti, una grande voglia di vedere risorgere la città – dice Morreale -, di creare qualcosa di concreto e realmente costruttivo, per farla finita con parole e promesse. Contano solo i fatti».

Si è parlato inoltre dell’attività svolta dalla lista civica all’interno del Consiglio comunale tra le file della minoranza: collaborazione con l’amministrazione per quanto riguarda la costruzione e difesa della città, criticità e forte opposizione su scelte spesso ritenute sbagliate. Per quanto riguarda queste ultime, la lista civica “Nuova Tortona” è sempre riuscita ad incidere grazie al dialogo diretto con i tortonesi.

«Purtroppo ci si ritrova a fare i conti con una cittadinanza sempre più sfiduciata e rassegnata – aggiunge il consigliere comunale di “Nuova Tortona” – che, invece, deve tornare a credere in un futuro migliore nel quale vivere da protagonista, facendo rete con il mondo dell’associazionismo, dei produttori locali e con tutto il territorio tortonese».

Quali sono i propositi per il prossimo futuro? «La lista civica “Nuova Tortona” ci sarà ancora e continuerà a lottare, come ha sempre fatto – conclude Morreale -, perché il cambiamento sia tangibile e concreto, collaborando con i tortonesi a sviluppare il progetto di rinascita della città: solo così si potrà iniziare ad invertire questa drammatica situazione».

CONDIVIDI
Articolo precedenteFalda di Sezzadio-Predosa: la Provincia tra bugie e “dimenticanze”
Articolo successivoLo sport da vedere (e da fare) in provincia nel fine settimana