L’Atletica Novese non si ferma mai, neanche a Pasqua e Pasquetta. Il fine settimana di corse per i membri della società biancoceleste  che vive ancora una volta un ruolo da protagonista di un weekend molto lungo iniziato venerdì con il Cross Fontana d’Orto di Acqui Terme, che si è svolto nel centro sportivo di Mombarone, sulla lunghezza di 5,4 km divisi in due giri da 2,7 km ciascuno.

12 i novesi in gara nella competizione con un po’ di rammarico per Mattia Grosso che arriva tardi e fa registrare un tempo totale che sarebbe stato da podio (alla fine arriverà ottavo). Fra i migliori si registra il tempo di Mattia Bianucci che si piazza al quarto posto concludendo in 21’05”, primo della propria categoria. Giovanni Cavalli è invece 11° anch’egli primo di categoria. Più dietro, ma comunque sul podio per le proprie classi di appartenenza anche Andrea Scaglia e Annalisa Mazzarello che è quinta femminile. In gara anche Luigi Macciò, Massimo Orlando, Sergio Cao, Svitlana Tsymbal, Maurizio Traverso, Andrea Molinari, Mario Bergaglio ed Ennio Gattorna.

Il giorno di Pasqua, in molti hanno preferito passarla sulle strade o sentieri per una giornata ricca di appuntamenti a cominciare dal Circuito di Carpeneto tenutosi in una giornata perfetta dal punto di vista climatico con l’aria frizzante di inizio primavera insieme al clima terso ha consentito ai partecipanti di godere di un panorama mozzafiato, potendo osservare le Alpi ben visibili sullo sfondo.

Gara di circa 9 km di livello medio alto, con tanti punti che hanno fatto selezione fra sterrato in salita. Ottime prestazioni per Diego Scabbio e Giovannino Mocci che si impongono nelle rispettive categorie. Per Scabbio un quinto posto in 34’25”, mentre Mocci si piazza in 35^ posizione su oltre 120 alla partenza. Folto il gruppo novese in gara con Andrea Molinari, Mario Bergaglio, Luigi Macciò, Massimo Giacobbe, Tina Lassen, Beppe Tardito, Piero Torchio, Andrea Scaglia, Roberto Conte, Annalisa Mazzarello, Francesco Gavuglio, Antonio Gioffré e Fabio Pelizza.

La giornata clou, però è arrivata nel giorno di Pasquetta. Nelle ore in cui milioni di italiani erano in movimento sulle strade in auto, l’Atletica Novese era presente compatta a Neive, bel paese in provincia di Cuneo, terra di ottimi vini e di un territorio che non può che affascinare. Giornata imperdibile per i ben 29 podisti biancocelesti che hanno preso parte alle 40^ edizione di “Pasquetta a Neive” valevole per Corripiemonte come terza tappa.

Oltre 300 al via e già la sicurezza per i novesi del secondo posto per società proprio in virtù della massiva presenza (29 gli atleti) dei podisti provenienti da Novi Ligure (preceduti solo dalla locale Brancaleone Asti). 10 i km da percorrerre con continui saliscendi sulle colline delle Langhe che qui iniziano a diventare aspre.

Il folto gruppo che ha preso il via alla gara di Neive

Valerio Ottoboni è stato il più veloce dei biancocelesti ottenendo l’11^ posizione assoluta e precedendo non di molto Diego Scabbio che è 16°. Da segnalare anche l’ottima prestazione di Ilaria Bergaglio che conquista il secondo posto femminile, sfiorando la vittoria visto che nella classifica assoluta si è piazzata al 47° posto, due dietro alla vittoriosa Carola Corradi della Brancaleone Asti. Bene, sempre al femminile, le gare di Teresa Repetto e Angela Giribaldi che si salgono sul podio nelle proprie categorie.

Non tutti i novesi erano nel cuneese. Infatti, non molti km più verso est, in quel di Strevi si è tenuta la 12^ Camminata del Merendino, gara di 9,5 km che vedeva oltre 80 partenti e che è stata vinta dall’arquatese Diego Picollo, che ha stracciato la concorrenza. Per la società biancoceleste arriva il quarto posto di Mattia Grosso (tesserato per l’Atletica Alessandria, ma che in Uisp gareggia per la squadra novese). Bene anche il giovane Davide Bulich che è 10° assoluto. Arrivo quasi appaiato per Roberto Ferrari e Gerolamo Borghello che concludono rispettivamente 27° e 28°. Infine Ennio Gattorna è 57°.